Eredivisie, 2ª giornata: disfatta Twente, volano ADO Den Haag e Feyenoord


VITESSE-RODA JC 3-0 Comincia nel migliore dei modi il cammino casalingo del Vitesse di Bosz, che nella prima partita stagionale al Gelredome affonda con un netto 3-0 il Roda JC. Al 45' del primo tempo l'espulsione diretta di Van Peppen spiana la strada al vantaggio dei gialloneri, avanti grazie al conseguente rigore trasformato da Baker. Nella ripresa Dauda raccoglie un passaggio di Diks e batte Van Leer in uscita, mentre Nathan al 80' chiude la partita mettendo la ciliegina sulla torta, con un bellissimo destro a giro al limite dell'area che si insacca in rete per il definitivo 3-0. Davvero un brutto stop per la squadra di Kalezic, già vittoriosa nel primo turno sull'Heracles Almelo.

DE GRAAFSCHAP-PEC ZWOLLE 0-3 Dopo la sconfitta della settimana scorsa in casa dell'Heerenveen, il De Graafschap scivola pesantemente tra le mura amiche contro il PEC Zwolle, dando l'impressione di riuscire a fare davvero poco per evitare di essere solo una comparsa in questa edizione dell'Eredivisie. Difesa lentissima in occasione del primo gol, al 50', firmato da Marinus su cross dalla destra di Becker, mentre dieci minuti più tardi è Van Hintum a raddoppiare per gli ospiti con un rasoterra sul terreno bagnato del De Vijverberg che finisce alle spalle di Jurjus. Becker chiude una partita mai aperta e impacchetta la prima vittoria dei Blauwvingersmentre per i Superboeren di Vreman, dopo quanto fatto vedere in queste prime due partite che hanno fruttato zero punti in classifica, ci sarà da lottare fino in fondo per raggiungere la salvezza.



AJAX-WILLEM II 3-0 Clicca qui per scoprire tutto sulla partita!

TWENTE-ADO DEN HAAG 1-4 L'ADO Den Haag non scherza e fa la voce grossa. Fermati i campioni d'Olanda in carica del PSV martedì scorso con il gol al 95' del portiere Hansen, oggi i giocatori allenati da Fraser hanno espugnato il campo di un fragilissimo Twente, che inizia nel peggiore dei modi la sua stagione casalinga. Gli ospiti si ritrovano avanti già al 14': un sontuoso tocco di Alberg trova Duplan libero sulla fascia sinistra, che mette al centro per Havenaar, il quale gira il pallone in rete per lo 0-1. Alla mezz'ora di gioco un'uscita a farfalle in presa alta di Marsman su un traversone di Meijers libera Schaken davanti alla porta ormai vuota e il numero 20 non sbaglia. Nella ripresa Ziyech riaccende l'entusiasmo del De Grolsch Veste con una perla su punizione dai 30 metri che si infila nell'angolino alto, lì dove nemmeno Hansen riesce ad arrivarci, ma Wormgoor e Duplan siglano altri due gol per l'ADO, al 72’ e al 80’, che stupisce tutti e porta a casa 3 meritatissimi punti. Impressionante sotto porta è la lucidità e la capacità realizzativa di Duplan e Schaken, veri trascinatori della squadra dell'Aia in queste due partite, mentre, dall’altra parte, ripiomba nell’incubo dello scorso, deludente campionato il Twente, la cui condizione appare preoccupante dopo la recente crisi finanziaria e il conseguente esodo di giocatori verso altri lidi. L’unica nota positiva per i Tukkers di Van den Brom è l’esordio del giovane attaccante nigeriano classe ‘93 Michael Olaitan, arrivato in prestito annuale dall’Olympiakos, che sarà il compagno nel reparto offensivo di Ziyech.



EXCELSIOR-AZ ALKMAAR 2-2 È un punto d’oro quello guadagnato dall’Excelsior di Groenendijk nel match terminato sul 2-2 contro il più quotato AZ Alkmaar. Allo Stadion Woudestein succede quasi tutto nella prima mezz’ora, con Stans che porta in vantaggio la seconda squadra di Rotterdam al 9’, ma dopo sei minuti un contropiede risulta letale per i padroni di casa: sulla fascia destra Hupperts mette al centro per Henriksen, che gira il pallone in rete con un piatto destro che vale il momentaneo pari. Al 32’ un tap-in da pochi passi di Van Weert sugli sviluppi di un’allettante punizione dalla distanza di Stans illude l’Excelsior di poter portare a casa la vittoria, speranza resa vana nella ripresa dal gol del 2-2 di Muhren. Inizio di campionato in chiaroscuro per la squadra di Alkmaar, che non riesce a decollare dopo la sconfitta della settimana scorsa con l’Ajax.




PSV-GRONINGEN 2-0 
Clicca qui per scoprire tutto sulla partita!

UTRECHT-HEERENVEEN 1-1 Allo Stadion Galgenwaard termina sull'1-1 la sfida tra Utrecht e Heerenveen, con i padroni di casa che sono passati in vantaggio al 40' con Haller, che trasforma dagli 11 metri un calcio di rigore decretato dall'arbitro Kuipers per un fallo di Bijker, mentre i Superfriezen trovano il pareggio solo al 81' con Slagveer, che gira in rete un cross di Van den Berg deviato di testa dal neo entrato Veerman. Le due formazioni si portano, così, a casa solo un punto, in attesa di affrontare, nella prossima giornata, due avversarie di buon livello (a Heerenveen arriva il PSV, mentre l'Utrecht sarà di scena all'Aia, casa dell'ADO).



CAMBUUR-FEYENOORD 0-2 Seconda vittoria su due partite disputate per il Feyenoord di Van Bronckhorst, che espugna Leeuwarden e batte per 2-0 i padroni di casa del Cambuur. Dopo un primo tempo senza gol e quindi concluso sullo 0-0 di partenza, al 77' il match si infiamma improvvisamente: Basacikoglu crossa al centro per Kramer, che di testa batte Nienhuis per l'1-0 dei Rotterdammers, che tre minuti dopo potrebbero subire il pari, ma Van Beek salva il pallone sulla linea, quando probabilmente era già entrato del tutto, e l'arbitro Van Boekel lascia proseguire (nel video sotto).



Al 93' Kuyt sigla il raddoppio trasformando un penalty concesso per un presunto fallo di mano di Bakker, anche se le immagini televisive sembrano piuttosto smentire ciò (nel video sotto).





HERACLES ALMELO-NEC NIJMEGEN 3-0 Grande festa questo pomeriggio nella prima partita nel nuovo Polman Stadion, completamente ristrutturato quest'estate, culminata nella vittoria per 3-0 dell'Heracles Almelo sul NEC Nijmegen. Davanti a oltre 12.000 persone la squadra di Stegeman passa in vantaggio al 5', con una meravigliosa punizione di Tannane da oltre 30 metri che toglie le ragnatele dall'angolino alto della porta di Halldorsson. Nel secondo tempo il portiere islandese del NEC respinge in modo errato una conclusione dalla distanza di Darri proprio davanti a Bruns, che non sbaglia e sigla il raddoppio. Dopo l'espulsione diretta di Appiah, è Weghorst a chiudere il match mettendo la propria firma sul gol del 3-0.

(Fonte foto: http://www.nu.nlhttp://nos.nl)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top