Il C.t. Danny Blind parla del futuro della nazionale olandese


L'incontro tra Danny Blind, insieme ai suoi assistenti Marco van Basten e Ruud van Nistelrooy, e la stampa è stato interessante e ricco di spunti di discussione.
Il neo commissario tecnico dell'Olanda, infatti, ha voluto parlare della situazione della squadra all'interno del gruppo di qualificazione ai prossimi Europei, ma ha anche analizzato lo stato di forma ed il futuro di alcune stelle della nazionale oranje.

Modulo - Lo schieramento dell'Olanda resterà, almeno in partenza, lo stesso che usava anche Hiddink. Nessun passo indietro, rispolverando il 5-3-2 voluto da Van Gaal. "La formazione iniziale sarà sicuramente il 4-3-3. Abbiamo i giocatori giusti per questo modulo", ha dichiarato Blind, che ha lasciato intendere di voler dare un ruolo attivo nella fase di possesso palla anche al portiere, interprete del possesso palla su cui l'Olanda baserà il suo gioco.

Strootman e le alternative a centrocampo - Pedina fondamentale della squadra, almeno in teoria, potrebbe essere il centrocampista della Roma, che però deve fare i conti con l'infortunio al ginocchio che lo tormenta, ormai, da più di un anno e mezzo. "Quello di Kevin è un vero e proprio dramma sportivo. Lo sento spesso e mi dispiace vedere un ragazzo, all'apice della propria carriera, in quelle condizioni". 

Le alternative al forte centrocampista giallorosso, sulla carta, non mancano. Clasie può giocare in quella posizione, ma al momento è fuori e non dovrebbe essere convocabile per le sfide contro l'Islanda e la Turchia.

La qualificazione agli Europei - "Dobbiamo giocare quattro finali e sarà mia responsabilità fare si che alla fine delle quattro partite il risultato penda dalla nostra parte". Blind è conscio di avere in mano una patata bollente, perchè mancare la qualificazione dopo il terzo posto al Mondiale potrebbe rappresentare una grave debacle per l'Olanda. 

La classifica del gruppo A vede gli arancioni al terzo posto, con tre punti di svantaggio rispetto alla Repubblica Ceka e cinque rispetto all'Islanda, sorprendente leader del girone. Il 3 settembre, all'Amsterdam ArenA, arriverà proprio la nazionale allenata da Lars Lagerback, mentre tre giorni dopo l'Olanda volerà in Turchia per affrontare i padroni di casa all'a Büyükşehir Torku Arena di Konya, salvo sfidare Kazakistan e Repubblica Ceka ad ottobre.

Van Persie e i senatori - Molte curiosità riguardano anche il ruolo che alcuni giocatori avranno nel corso della gestione di Blind. Fra questi, Robin van Persie e Wesley Sneijder: "Robin ed io parliamo spesso al telefono. E' importante che riprenda il ritmo di gioco se vuole avere le sue chances in nazionale". Anche Sneijder potrebbe non rientrare tra i convocati della doppia sfida di settembre perchè fuori condizione. "Il campionato turco non è ancora iniziato e questo potrebbe creare qualche difficoltà per Wesley", ha concluso Blind, ricordando che anche De Vrij e Huntelaar hanno alcuni piccoli fastidi che non permetteranno loro di essere al 100%.


Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top