Calciomercato, ecco i 10 gioielli dell'Eredivisie che potrebbero andare all'estero in gennaio

Riscattato questa estate dal club francese dell’Auxerre per la minuscola cifra di 750.000 euro, l’attaccante Sébastien Haller dell’Utrecht è uno dei pezzi forti del mercato olandese dell’Eredivisie. Contattato ad agosto dal Brentford (club di Championship) allenato da Marinus Dijkhuizen, che aveva offerto appena 5 milioni di euro contro i 9 milioni richiesti e aveva ricevuto un secco rifiuto dai Domstedelingen, oggi ne vale almeno 10 e lo spettro delle pretendenti si è notevolmente ampliato: sul gioiello francese classe ’94 autore di 25 goal e 7 assist in appena 35 presenze all’ombra della Domtoren ci sono in primis due inglesi della Premier League, Norwich City e soprattutto il Sunderland, che avrebbero offerto rispettivamente £ 6,5 e £ 6 milioni, ovvero tra gli 8 i 9 milioni di euro. "Il ragazzo è assolutamente sensazionale. Lo abbiamo sotto contratto per altri tre anni, ma chiunque può vedere cosa sta facendo in maniera brillante", ha detto il direttore generale dell’Utrecht, Wilco van Schaik, che teme di non essere in grado di fermare il trasferimento, forse già a gennaio, del giocatore, anche se le ultime voci di mercato affermano che Haller potrebbe rimanere fino a giugno, per poter essere utilizzato la meglio dal suo club e poi essere venduto in estate, monetizzando al massimo per rimpinguare le casse in perenne debito della squadra. Per la serie, non c’è fretta, tanto il suo contratto scade nel 2019.

Una città molto calda al centro del calciomercato invernale d’Olanda e non solo è Almelo, dove ben due giocatori hanno estimatori internazionali pronti ad acquistarli già a gennaio. Il pezzo da novanta si chiama Oussama Tannane, pregiato nazionale Under 21 olandese che ha portato a suon di goal (7 finora, in 11 presenze in Eredivisie) il suo club fino alla quarta posizione prima di Natale, impensabile a inizio stagione, a pochissimi punti dalle tre big della terra dei tulipani: il Galatasaray, compagine che ha messo gli occhi per prima su di lui, si è visto respingere un’offerta da 2,5 milioni di euro, mentre l’Atalanta, orfana di Maxi Moralez (accasatosi ai messicani del Leon), avrebbe trovato in lui un più che degno sostituto nel ruolo di ala destra. La cifra richiesta dall’Heracles Almelo, di 3 milioni di euro, non sembra irraggiungibile per i bergamaschi, anche se dovranno stare attenti al terzo incomodo: “C’è anche un terzo grande club straniero inserito nella corsa a Tannane, ma non dirò quale sia”, aveva chiosato il presidente dei bianconeri Jan Smit al quotidiano Tubantia. La sensazione è che con l’offerta giusta possa partire anche subito.

Situazione simile anche per Wout Weghorst, punta centrale sempre dell’Heracles Almelo in scadenza a giugno 2016, finito nel mirino dei gallesi della Championship del Cardiff City, destinazione gradita assai gradita al giocatore: “Sarebbe un bel passo, il club gioca in un campionato che ben si adatta a me”, ha commentato sempre al quotidiano Tubantia. I due club, nonostante la differenza tra domanda e offerta a dicembre fosse notevole, sembrano essere d’accordo sul trasferimento, che potrebbe essere ufficializzato anche nei prossimi giorni.

L’Atalanta ci ha preso gusto e, dopo aver vinto la scommessa con l’Heerenveen per Marten de Roon, ci prova anche per un altro gioiello della compagine di Foppe de Haan, ovvero il talento svedese classe ’93 Sam Larsson, campione d’Europa Under 21 con la sua Nazionale la scorsa estate e corteggiato dal club bergamasco, che avrebbe anche formulato un offerta di 3,5 milioni di euro, ben lontana, però, dagli 8 richiesti in Frisia, come riferisce il portale online di Gianluca Di Marzio. “L’interesse del club italiano è concreto, ma non è così serio”, ha commentato il direttore tecnico dell’Heerenveen, Hans Vonk, ai microfoni del quotidiano locale Leeuwarder Courant, lasciando intendere che per ora le parti sono ancora lontane.

Scendendo lungo la penisola, continua il braccio di ferro tra il Napoli e l’Ajax sul possibile trasferimento del trequartista classe ’93 Davy Klaassen, voluto fortemente dai partenopei di De Laurentiis, ma ritenuto attualmente incedibile dai Lancieri: “Il Napoli ci ha chiesto Davy, l’interesse è concreto e tangibile, ma noi non siamo intenzionati a cederlo”, ha commentato il direttore sportivo degli ajacidi, Marc Overmars, ai microfoni del giornale sportivo Voetbal International, che ha svelato anche un’offerta da ben 20 milioni di euro partita dalla Campania nella speranza di convincere la dirigenza della compagine di Amsterdam a cedere il gioiello, che a questo punto potrebbe diventare il pallino del calciomercato estivo, con il Napoli pronto ad acquistarlo a tutti i costi a giugno. Sempre che gli azzurri non alzino subito la posta in palio per lui.

Se c’è un giocatore che sembra non restare nella propria squadra un minuto di più è il talento del Twente Hakim Ziyech, trequartista classe ’93 che ha dimostrato in questi difficili mesi a Enschede di essere ormai del tutto sofferente e quasi indispettito della situazione che si è venuta a creare, con lui unico baluardo in grado di risollevare, per quanto possibile, una situazione di classifica disperata e finanziariamente ancora peggiore. Dopo aver affermato a 360° di avere le valigie pronte nel mercato invernale, ora come ora non ci sono offerte concrete per accaparrarselo e l’unico club che sembra essersi mosso è il Fenerbahce, che potrebbe sostituire l’ex Juventus Diego, dato per partente in direzione del nativo Brasile, proprio con Ziyech, come riporta il portale online Voetbal.blog.nl. Come previsto alla vigilia, la situazione su di lui non è ben definita a causa del malessere finanziario che coinvolge il Twente, club costretto a svendere al miglior acquirente i propri gioielli, e i turchi di Istanbul potrebbe approfittarne, strappando il giocatore a un prezzo anche decisamente minore ai 10 milioni che vale adesso sul mercato.

Come ogni inverno, gli intrecci tra Eredivisie e Premier League si fanno sempre più intensi. Ne sa qualcosa il PSV Eindhoven, che ha ricevuto, secondo le notizie pubblicate dall’informatissimo Mirror, l’interesse del Leicester City, capolista fino a poco fa a sorpresa della massima serie inglese, verso il terzino destro dei Boeren, il colombiano Santiago Arias. Il quotidiano inglese afferma che il tecnico italiano Claudio Ranieri avrebbe fissato il suo obbiettivo numero uno per colmare il vuoto nella zona destra della difesa proprio con il giocatore classe ’92 nativo di Medellin: il direttore tecnico del PSV, Marcel Brands, ha chiuso in faccia le porte di un possibile trasferimento nel mercato invernale, anche se il Mirror riferisce che una “grande offerta” potrebbe far rizzare le antenne ai biancorossi campioni d’Olanda e portarli a sedersi a un tavolo delle trattative.

Per ora è tutto tranquillo, ma ci aspettiamo un assalto ai nostri giocatori nel mese di gennaio”. Al NEC Nijmegen, una delle squadre rivelazione del girone d’andata del campionato olandese, si aspettano già da adesso una valanga di offerte per i loro giocatori migliori, come non tralasciano dubbi le parole del direttore generale Bart van Ingen al quotidiano Omroep Gelderland. La punta di diamante è l’esperto attaccante centrale venezuelano Christian Santos, che con ogni probabilità ha  chiuso l’avventura al NEC con il goal nella vittoria contro il ben più quotato Feyenoord, nell’ultima giornata prima della pausa: dopo le 23 reti nella scorsa stagione di Eerste Divisie, tutti i media olandesi sono concordi nel collocare il prolifico attaccante come quasi certo partente, il tutto supportato dalla scadenza del suo contratto a giugno 2016 e dalla sua scarsa propensione a volerlo allungare, preferendo una cessione all’estero. “Se rimarrò? Vedremo. Non si sa mai cosa succederà, ogni calciatore vuole giocare in un campionato di alto livello, me compreso. Staremo a vedere”, aveva dichiarato dopo l’ultimo match.

Capitolo Feyenoord. Con Tonny Vilhena che dovrebbe rimanere fino a fine stagione (“Un addio con il titolo di campione d’Olanda in mano sarebbe il migliore”, queste le sue parole raccolte dal giornale sportivo Voetbal International), lo scontento in casa dei Rotterdammers è sicuramente Colin Kazim-Richards, non felice del suo ruolo di riserva di Michiel Kramer, scoprendo, per di più, nell’ultima gara di non essere più la prima scelta per sostituirlo, dal momento che contro il NEC Van Bronckhorst aveva sì sostituito Kramer, ma mettendo Kuyt punta centrale e spostando il subentrante Basacikoglu sulla fascia. Il nazionale turco ma nato in Inghilterra, che finora ha racimolato appena 11 presenze (di cui solo 4 da titolare dal primo minuto) e ben 6 panchine, con un solo goal fatto (per di più alla prima giornata di Eredivisie), si starebbe guardando attorno alla ricerca di una nuova squadra e su di lui ci sarebbero alcuni non precisati club turchi e anche un club della MLS americana, il Philadelphia Union. Quest’ultima tesi, supportata soltanto dal portate inglese football-oranje.com, troverebbe parziale conferma nella presenza nella dirigenza del club della Pennsylvania dell’ex direttore dell’AZ Alkmaar, Earnie Stewart, già interessato al giocatore ex Bursaspor all’inizio di questa stagione ai tempi dei Cheese Farmers.

Ormai scalzato nelle gerarchie di Frank de Boer dal giovanissimo Kenny Tete, sembra ormai volgere al termine l’avventura all’Ajax del terzino destro classe ’91 Ricardo van Rhijn, che ha accumulato in questa stagione soltanto 4 misere presenze in Eredivisie e dato praticamente certo in partenza direzione Turchia. Come confermato anche dal direttore sportivo dei Lancieri, Marc Overmars, il Galatasaray sarebbe fortemente interessato al suo acquisto, sborsando in cambio una cifra sui 2 milioni di euro (che potrebbe lievitare fino a 3,5 milioni con i vari bonus in caso di vincita della Süper Lig, con gli ajacidi che otterrebbero anche una percentuale sulla possibile rivendita del giocatore), di certo non insormontabile per un club come quello del Bosforo, che avrebbe proposto al giocatore un contratto di 3 stagioni e mezzo. Secondo il quotidiano De Telegraaf, le due squadre avrebbero già raggiunto un accordo verbale, che potrebbero essere ufficializzato non appena apra i battenti il mercato olandese, ovvero lunedì 4 gennaio 2016.

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top