Champions League: PSV inserito nel gruppo di ferro con Bayern e Atletico


Bayern München, Atlético Madrid e FK Rostov saranno le avversarie del PSV Eindhoven nella prossima Champions League.
L'urna, non certo benevola con la squadra allenata da Philip Cocu, ha però creato l'occasione per disputare alcuni incontri che avranno un sapore particolare e più di qualche spunto di interesse per tifosi e appassionati.
A fronte di una doppia sfida particolarmente proibitiva (solo una vittoria, risalente al 1999, nei 6 incontri ufficiali tra le due squadre), incontrare il Bayern Monaco significherà - infortuni permettendo - anche rivedere Arjen Robben dalle parti del Philips Stadion, dove l'apprezzamento per l'esterno offensivo è rimasto immutato negli anni.
Candidata insieme al PSV 
alla seconda posizione, ma nella veste di grande favorita, è la finalista della scorsa Champions League. Dopo l'amara eliminazione ai quarti di finale, arrivata però solo in seguito ai calci di rigore, i boeren sfideranno nuovamente l'Atletico Madrid di Simeone. Il doppio 0-0 dello scorso anno ha regalato una piccola consolazione agli olandesi, unica squadra a non aver subito un goal dai colchoneros nella scorsa Champions.
Chiudono il novero delle sfidanti i russi del Rostov. Al PSV il compito di provare a vendicare l'Ajax, malamente eliminato dai gialloblu vicecampioni di Russia. Avversari ostici, ma sicuramente alla portata di Luuk de Jong e compagni.


Marcel Brands, Direttore Tecnico, ha parlato a nome di tutta la squadra, dicendosi seriamente intenzionato a mantenere alto il nome dell'Olanda nella massima competizione continentale per club e di voler garantire al PSV una posizione stabile nel calcio europeo.



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top