Eredivisie: le 5 cessioni e i 5 acquisti più importanti del mese di agosto

Il calcio mercato si è chiuso con un agosto ricco di modifiche e con un campionato già iniziato e che vede il Psv dominare come lo scorso anno. Ajax e Feyenoord rincorrono avendo apportato, anche loro, bei cambiamenti all'interno della rosa. In uscita molto attivi i Rotterdammers mentre scatenati in entrata i Boeren. Ajax, dopo Tadic, non si è mosso con grandi nomi, mentre l'Utrecht ha cercato di puntellare quei reparti che erano carenti. Colpo per il Vitesse e movimenti per l'Heerenveen...


CESSIONI
-Ben Rienstra (Heerenveen): continua a visitare l'Olanda il centrocampista Rienstra che, questa volta, si accasa tra i frisoni dell'Heerenveen. Il ragazzo abbandona i Tricolores dopo un anno che lo ha visto come protagonista e pendina inamovibile degli 11 titolari. Per lui ben 30 partite e 10 realizzazioni che hanno permesso al Willem II di centrare una salvezza tranquilla: dopo Heracles, PEC Zwolle, AZ e Willem II inizia una nuova avventura per il ventottenne che avrà l'arduo compito di far fare il salto di qualità al centrocampo biancoblu.


-Sofyan Amrabat (Club Bruges): il fratello minore di Nordin, vecchia conoscenza dell'Eredivisie, dopo aver vestito la maglia del Psv, ha deciso di abbandonare il club di Rottedam per andare a giocare titolare in Belgio. Il centrocampista, classe '96, dopo aver militato nell'Utrecht per 3 anni si è trasferito alla corte di Van Bronckhorst che gli ha riservato la possibilità di scendere in campo in 21 occasioni, impreziosite anche con una rete. Purtroppo il tecnico non lo vedeva come primissima scelta e questo ha portato al trasfermineo nella nazione confinante. In Jupiler League sta cercando la consacrazione che si è visto negare con la maglia biancorossa del Feyenoord. 


-Jean-Paul Boetius (Mainz): altra grave perdita per il Feyenoord è la partenza di Boetius che ha deciso di abbandonare, per la seconda volta nella sua carriera, i Rotterdammers. Anche in questo caso c'è lo zampino di Van Bronckhorst che aveva deciso di far fare panchina al ragazzo che bramava di giocare. Nella scorsa annata 28 presenze e 6 realizzazioni con una KNVB Beker messa in bacheca insieme alla Johan Cruijff Schaal di inizio stagione 2018-2019. L'attaccante vola in Germania alla corte del Mainz per dare quella freschezza in più in avanti: i tedeschi portano in casa un funambolo della fascia, capace di saltare l'uomo e di regalare perfetti cross per la punta di riferimento. 


-Derrick Luckassen (Herta Berlino): dopo un solo anno, il Psv decide di liberarsi del centrale di difesa per soli 5 milioni di euro. Ad approfittare dell'occasione è l'Herta Berlino, non molto solido nel reparto arretrato e pronto a rinforzarsi per poter affrotnare al meglio la Bundesliga. Nella scorsa Eredivisie, il ragazzo non si è comportato male, stupendo per la grande fisicità e la perfetta posizione. Peccato per le amnesie difensive e la poca concetrazione che, spesso, lo portano a fare errori banali. Cocu lo ha messo in campo in 19 occasioni mentre Van Bommel ha chiesto alla società di cederlo poichè non rientrava nei suoi piani: detto fatto, biglietto per la Germania e nuova avventura pe l'olandese ancora in panchina con il nuovo club. 


-Henk Veerman (St. Pauli): il ragazzo, dopo 4 anni di Heerenveen e di Eredivisie, decide di trasferirsi a sua volta in Germania, ma in Serie B con il St. Pauli. La compagine tedesca ha messo nel mirino la Bundesliga e per la promozione ha bisogno di attaccanti affamati che possano trascinare la società verso il grande traguardo. Con la maglia dei frisoni, Veerman non si è mai distinto per numero di realizzazioni non raggiungeno mai la doppia cifra: il miglior campionato è stato quello del 2015-2016 con 6 centri in 26 partite. Il suo impiego è andato sempre ad aumentare e le sue marcature a diminuire. Arrivata l'offerta buona e con il giocatore felice della nuova sfida, non c'è stato nessun problema per l'Heerenveen nel privarsi della punta che vola alla ricerca della rinascita sportiva: con il St. Pauli, al momento, 2 partite e 2 reti. Se il buongiorno si vede dal mattino...


ACQUISTI 

 -Oussama Tannane (Utrecht): torna in Olanda una vecchia conoscenza che ha militato nell'Heracles e nell'Heerenveen, lasciando un ottimo ricordo grazie al suo temperamento e alla sua qualità. Tannane approda nuovamente nei Paesi Bassi dopo 4 anni di latitanza in terra francese e spagnola. La sua carriera non è mai decollata come si aspettava il giocatore e tornare nelle fila dell'Utrecht è l'ulteriore tentativo di consacrarsi definitivamente. Al Saint Etienne sono stati tre anni difficili, con tanta panchina e solo 33 presenze e 3 gol. L'ultima stagione è stato mandato in prestito al Las Palmas per poter trovare continuità e minutaggio, ma il responso è stato comunque negativo con 10 presenze e senza mai andare a segno. Ora l'occasione di rilanciarsi non è da sprecare e l'Utrecht è la piazza adatta per mettere in risalto le sue doti. 


-Martin Odegaard (Vitesse): dopo un anno e mezzo di Heerenveen, il centrocampista viene ceduto nuovamente in prestito ma questa volta al Vitesse. Il Real Madrid ancora non si fida della giovane stella norvegese e ha deciso di fargli fare ancora esperienza in un campionato che, oramai, conosce fin troppo bene. Con i frisoni si è anche riscoperto attaccante laterale, anche se i risultati non sono stati eccezionali. Nel club di Arnhem arriva per occupare la posizione di trequartita con il 10 stampato sulle spalle: altra possibilità per il 20enne che deve ripagare il Real della fiducia che gli è stata data. 


-Jean-Christophe Bahebeck (Utrecht): non è un vero e proprio acquisto ma la conferma del prestito per un altro anno da parte del PSG. L'attaccante che ha militato anche nel Pescara, lo scorso campionato è stato bloccato da un pesante infortunio che gli ha permesso di giocare la misera quantità di 6 partite. L'Utrecht ha perso un attaccante per tutta la stagione , quest'anno, vuole provare nuovamente a valorizzare uno dei giovani più interessanti del club francese. Nei soli 540 minuti, si era messo in mostra con 3 gol che lo stavano rendendo il begnamino della tifoseria. Il riscatto è dietro l'angolo e con l'infortunio alle spalle il francese ha tutte le carte in regola per imporsi.  


-Aziz Behich (Psv): l'australiano, con chiare origini turche, passa a titolo definitivo con la maglia dei Boeren alla ricerca del sostituto di Luckassen. Il difensore arriva dal Bursaspor dopo essere cresciuto calcisticamente nelle due formazioni di Melbourne. Nel calcio turco ha disputato 4 anni, collezionando 122 presenze e siglando anche 6 reti: 5 centri solo nell'anno 2017-2018 che lo ha consacrato a livello europeo. Il Psv non si è fatto scappare l'occasione e lo ha scippato alla concorrenza proprio negli ultimi giorni di mercato: ha esordito nel 6-1 rifilato al Willem II riscontrando anche un infortunio che gli ha impedito di terminare l'incontro. Sembra non esserci nulla di grave, ma non è iniziata con il piede giusto la bella avventura olandese. 


-Ryan Thomas (Psv): altro australino e sempre il Psv di mezzo. Come accaduto per Behich, arriva in biancorosso anche Ryan Thomas direttamente dal PEC Zwolle dei miracoli di Schip. Dopo la scorsa stagione, la migliore per la compagine biancoceleste, il ragazzo è entrato nel mirino delle big di Eredivisie e, proprio nel finale di mercato, sono stati i Boeren a spuntarla. Il centrocampista ha iniziato la sua carriera calcistica in Australia per poi passare al PEC nel 2013-2014: con la compagine olandese ha messo in bacheca una KNVB Beker e una Johan Cruijff Schaal. Dopo il primo anno è diventato un titolare amovibile con una media di 30 partite a stagione e circa 2 reti di media a campionato. In Estate ha deciso di trasferirsi ad Eindhoven, ma al momento è ancora bloccato per un problema al ginocchio. 



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

1 Commenti a quello che hai letto:

  1. bell'articolo, ma la parte su Behich è imprecisa. Di fatto il turco/australiano è un terzino sinistro, quindi più che il sostituto di Luckassen, è al posto di Brenet che dovrebbe giocare. Anche se al momento il titolare pare sia Angelino.

    RispondiElimina

Back
to top