Eredivisie: i punti più importanti della dodicesima giornata

Si chiude la dodicesima giornata con l'Eredivisie che si riferma per la sosta delle nazionali: il Psv conferma il suo cammino senza avere un minimo cedimento, con un passo netto e che asfalta anche il De Graafschap con un pesante 4-1. Dietro segue l'Ajax, devastante in casa dell'Excelsior con un larghissimo 7-1 merito di un Van de Beek in grande spolvero. Dietro di risveglia il Feyenoord che resta lontano dalle big ma si conferma la terza forza del campionato, vincendo contro l'Heracles e aggravando la mini crisi del club di Almelo. Il Groningen risale dal basso, abbandonando l'ultima piazza con il secondo successo consecutivo, mentre affondano NAC Breda e Zwolle. 

1. Non possiamo trascurare e non aprire nuovamente il nostro approfondimento con il grandissimo percorso del Psv di Van Bommel: altri 4 gol che confermano il reparto offensivo come il migliore del campionato (43 gol) e i 12 centri su 12 partite lasciano il club imbattuto in Europa insieme ai campioni del PSG. La difesa incassa un altro gol con 5 reti al passivo, ma resta la migliore a pari merito con i rivali dell'Ajax, gli unici in grado di reggere il passo dei Boeren. De Jong sfodera un'altra doppietta e consolida il primato nella classifica cannonieri con 11 marcature in 12 gare. La sosta delle nazionali arriva a tempo debito, per rinfrescare le idee di una compagine straripante in Eredivisie ma estremamente fragile in Champions e anche in KNVB Beker, dove brucia ancora l'eliminazione per mano del Waalwijk. 


2. Altro argomento da trattare assolutamente è quello del 7-1 dell'Ajax che si regala un'importante goleada sul campo dell'Excelsior: al Woudestein, gli ospiti dominano dal primo minuto grazie ad uno straordinario Van de Beek autore di una doppietta e di un assist vincente per la quinta rete di Dolberg che ha messo nel mirino il lontano, ma raggiungibile, De Jong. Il centrocampista viene premiato con una convocazione nella nazionale maggiore: le 7 realizzazioni permettono agli ajacidi di ridurre il gap di gol con il Psv e il reparto offensivo consolida il secondo gradino del podio in Olanda (37 centri). La difesa resta la meno perforata insieme a quella dei Boeren con un Onana che si deve chinare dopo 6 incontri a rete inviolata. Sei successi consecutivi dal ko contro la capolista: l'Ajax sta crescendo e si sta rendendo protagonista anche in Europa dove è ad un passo dal passaggio agli ottavi di Champions. 


3. Il Groningen dimostra di essere vivo e inanella la seconda vittoria consecutiva che permette, ai biancoverdi, di abbandonare gli ultimi posti della classifica. I ragazzi di Buijs tirano fuori gli attributi e, dopo aver liquidato l'Excelsior per 4-2, battono anche l'Heerenveen per 2-0 dando continuità ad una crescita di risultati fondamentale per raggiungere l'obiettivo della permanenza in Eredivisie. Doan, il talento giapponese, sembrava essere un lontano parente di quello intravisto nella scorsa stagione che ha incantato con gol e giocate: quest'anno l'avvio è stato complicato, essendoci molte più pressioni sul suo conto, ma i due gol nelle ultime due giornate hanno condotto i suoi compagni da abbracciare i 3 punti e hanno zittito le critiche piovute sul suo conto. L'attacco resta la nota dolente, con il peggiore insieme a quello dello Zwolle e del De Graafschap con solo 12 realizzazioni in 12 partite (un gol a gara). La difesa non è tra le migliori, ma si difende bene con 23 centri al passivo per una media di quasi 2 a sfida. I presupposti ci sono tutti per non gettare alle ortiche una stagione iniziata malissimo: di questo passo la salvezza è raggiungibile, ma la strada imboccata non deve essere abbandonata. 


4. Crolla l'Heracles in casa abbandonando il gruppo di formazioni ancora imbattute nel proprio stadio: restano solo le big a secco di sconfitte davanti ai propri tifosi. Il Psv e il Feyenoord hanno sempre vinto nella loro città, mentre l'Ajax segue con 5 successi e un pareggio. I bianconeri di Almelo cadono dopo 5 trionfi consevutivi, sventolando bandiera bianca alla rosa di Van Bronckhorst che agguanta il terzo posto in classifica. Soffre ancora di mal di casa l'Heerenveen con tre pari e tre sconfitte: ancora nessuna vittoria all'Abe Lenstra Stadion. Si risollevano Utrecht, Vitesse e Venlo che riescono a strappare un bottino di 9 punti negli ultimi 3 scontri nel proprio stadio. Groningen e Zwolle cercano di ritrovare il feeling con i loro sostenitori, vantaggio che potrebbe regalare quei punti in più, fondamentali per blindare la salvezza, vista la situazione attuale di classifica. 


5. Approfondimento sulle neopromosse: ottimo il cammino dell'Emmen che si posiziona a 13 punti, in netta crescita e con 4 risultati positivi nelle ultime 5 gare. La formazione biancorossa sta mettendo in cassaforte un buon bottino che garantirebbe un cammino netto verso una salvezza tranquilla. Il Fortuna Sittard si trova nella stessa situazione, ma con un plus: l'attacco è tra i migliori della competizione con ben 23 realizzazioni. Infatti, i gialloverdi, sono al quinto posto come reparto offensivo, dietro solo a Psv, Ajax, Heracles ed Heerenveen e davanti ai Rotterdammers. Peccato che la difesa sia l'esatto opposto con 24 centri al passivo: quello che l'attacco crea, il reparto arretrato distrugge vanificando qualche bel risultato che avrebbe portato la compagine più in alto in classifica. Infine il De Graafschap che sta lottando con le unghie e con i denti per uscire dalla zona calda: peggio solo il NAC Breda con un Groningen in netto recupero. Il peggior attacco della competizione, unito ad una difesa pessima stanno portando la rosa sempre più vicina all'Eerste Divisie. 



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top