Eredivisie: i punti più importanti della quindicesima giornata

Siamo vicini alla fine dell'anno e al giro di boa per l'Eredivisie: il Psv torna alla vittoria, asfaltando un inesistente Excelsior. Non è da meno l'Ajax che, insieme al Feyenoord, tiene il passo con un bel poker che non lascia repliche. Si muove la zona salvezza con il NAC Breda che acciuffa 3 punti importantissimi contro il Vitesse, agganciando il De Graafschap al penultimo posto. Il Willem II ne incassa cinque tra le mura di Tilburg mentre il Fortuna Sittard crolla in casa contro l'AZ che prova a rilanciarsi nelle zone alte, approfittando del ko dell'Heracles, sempre più altalenante. 

1. Il Psv si rialza subito e, dopo il ko al De Kuip, si impone contro l'Excelsior per 6-0 avvisando tutta l'Eredivisie del ritorno dello schiacciasassi: 14° successo in 15 partite e prova di forza che tiene a debita distanza sia l'Ajax che uno speranzoso Feyenoord. L'invincibilità del Philips Stadion si conferma con l'ottava vittoria su 8, punteggio pieno e numeri tra attacco e difesa veramente incredibili: 33 gol all'attivo rispetto ai 53 totali (miglior attacco della competizione) e solo uno al passivo dei 7 incassati (migliore difesa della competizione insieme all'Ajax). De Jong regala una doppietta e allunga nella classifica marcatori con il 14° centro in 15 partite e con un passo che non aveva da tempo. Numeri che sottolineano come la corazzata di Van Bommel abbia avuto solo un piccolo intoppo. 


2. L'Ajax e il Fyenoord non mollano il passo e consolidano la seconda e la terza posizione: entrambe le compagini chiudono calando un bel poker che regala gioia e sicurezza ai tifosi che vedono i loro club pronti a combattere fino all'ultima giornata. I capitolini restano la miglior retroguardia della competizione con solo 7 gol al passivo, ma l'attacco perde terreno da quello dei Boeren con la seconda posizione in Eredivisie (49 marcature). Gli ajacidi inanellano il 9° successo concecutivo dalla sconfitta rimediata contro il Psv: Huntelaar gonfia la rete rispondendo alle ottime prestazioni di Dolberg (6 reti in 9 partite rispetto a 8 in 15 match). I Rotterdammers invece consolidano la terza posizione scavando un fossato di 10 punti dall'Heracles 4°: 5° successo in campionato, 6° se consideriamo anche l'incontro di KNVB Beker. Esordio straordinario per Kokcu, diciassettenne centrocampista che mette piede in un campo di massima divisione e si regala un gol e un assist vincente. 


3. Altro scivolone dell'Heracles che inanella la quarta sconfitta in 5 partite: il club di Almelo sta vanificando l'ottimo inizio di campionato che aveva permesso alla compagine bianconera di abbracciare il terzo posto in campionato. Prima il Feyenoord e, ultimamente, l'Utrecht hanno fatto scendere sempre più in basso la società che ha difficoltà nel reagire. Kuwas e Peterson provano a sostenere i propri compagni che non sembrano riuscire a tenere alti i ritmi: quando la giornata non sorride ai due pilastri, tutta la rosa ne risente, giungendo così a sconfitte pesanti. La difesa è risultata molto disattenta e poco affiatata con 13 gol al passivo nelle ultime 5 gare, mentre l'attacco è stato molto meno cinico con solo 6 marcature (4 nel match contro il Venlo). Questi due fattori hanno portato l'Heracles ha giocare meno da squadra, a sfaldarsi dopo la prima difficoltà e soprattutto a non riuscire a reagire. I tifosi sperano nel tecnico e nella sosta invernale che ormai è alle porte: la seconda parte di campionato deve essere all'altezza delle aspettative per non gettare un buon girone d'andata. 


4. Il NAC Breda batte un colpo e supera un altalenante Vitesse che incappa ancora in uno scivolone. La compagine gialloblu si impone per 2-1 interrompendo la serie negativa di 3 ko consecutivi e mettendo in cassaforte 3 punti fondamentali: infatti, grazie al successo, il fanalino di coda aggancia il De Graafschap trascinandolo in fondo all'Eredivisie, a pari punti. I numeri restano bassi soprattutto in difesa con la seconda retroguardia più perforata della competizione con 36 gol all'attivo, mentre l'attacco è il secondo meno prolifico del torneo insieme a Groningen, Emmen e Zwolle con solo 17 centri. La partita contro i gialloneri di Arnhem ha sottolineato un buon gioco e una voglia che potrebbe fare la differenza per agguantare la tanto desiderata salvezza. 


5. Questa Eredivisie resta una delle più prolifiche degli ultimi 10 anni con almeno una goleada a giornata: i risultati tondi e ricchi di marcature sono sempre maggiori e vengono realizzati maggiormente da Ajax e Psv, i due miglior reparti offensivi della competizione. Il finale di gara più ampio ad oggi è il 7-0 del Psv all'Ado den Haag seguito dal 7-1 degli ajacidi sul campo dell'Excelsior: poi possiamo notare due 6-0 e un 6-1. Proseguiamo con ben sei 5-0, tre 5-1, un 5-2 e due 5-3. Chiudiamo questa classifica con i poker: sono sei i 4-0, sempre sei i 4-1, quattro i 4-2 e solo un 4-4. Bei risultati che fanno veramente divertire i tifosi, ma la domanda sale spontanea: i reparti offensivi sono tutti incredibili o le difese fanno poca attenzione alla tattica nel repato arretrato? 




Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top