Eredivisie: i punti più importanti della sedicesima giornata

Siamo vicinissimi alla fine del girone d'andata con il Psv che non si ferma e con un Ajax che travolge il De Graafschap per 8-0: il risultato larghissimo permette di agganciare i Boeren come miglior attacco e difesa della competizione. Prosegue il percorso verso la salvezza del Fortuna Sittard che interrompe l'imbattibilità del De Kuip dopo 8 successi su 8 del Feyenoord in casa. L'Emmen balza in avanti affossando Groningen, Zwolle ed Excelsior con il NAC Breda che strappa un altro punto per abbandonare il De Graafschap all'ultimo posto. 

1. Questa volta si parte dall'Ajax che si è messo in evidenza con ben 8 reti al fanalino di coda dell'Eredivisie: il De Graafschap è stato letteralmente travolto dallo strapotere ajacide che lancia un chiaro segnale al Psv raggiundolo sia nei gol all'attivo che in quelli al passivo. Dopo 16 partite sono 57 le realizzazioni della rosa di Ten Hag con 27 totalizzate nelle ultime 5 partite, per una rincorsa al primo posto che si è intensificata nell'ultimo mese con la fiducia guadagnata anche in Champions. La media è di 3.5 marcature a partita, mentre la difesa è solidissima con solo 7 reti al passivo, delle quali 3 negli ultimi 450 minuti di campionato. Nell'ultimo match Ziyech e Blind si sono messi in mostra con una tripletta e con il marocchino al 10° gol nel torneo (miglior marcatore di Amsterdam). Seguono Tadic con 9, Huntelaar con 8 e Dolberg con 6: questi numeri testimoniano come il reparto offensivo sia la vera arma di una formazione che sta stupendo sia in Olanda che in Europa. 


2. Crolla l'imbattibilità del De Kuip con la sonora sconfitta per 2-0 del Feyenoord per mano del Fortuna Sittard. I Rotterdammers abbandonano definitivamente la corsa al titolo insieme alla solidità costruità nel proprio stadio e davanti ai tifosi: Van Bronckhorst alza bandiera bianca e perde per la prima volta a Rotterdam dopo 8 vittorie su 8 partite. I biancorossi vedono allontanarsi le prime due della classe con il treno per il titolo oramai passato e invisibile all'orizzonte. Si ridimensionano gli obiettivi stagionali e, adesso, nel mirino c'è il terzo posto per poter accedere direttamente ai preliminari di Europa League. Fino a questo momento non si era mai visto il Feyenoord chiudere senza reti al De Kuip: un ko pesante non solo per la classifica, ma anche per il morale. 


3. Tenta di acciuffare il terzo posto l'Utrecht che sta vivendo una seconda giovinezza sotto la guida di Advocaat: dopo l'ultima sconfitta sono ben 4 i risultati utili consecutivi composti da 3 successi e un pareggio. 10 punti che hanno permesso di blindare il quarto posto e di avvicinare un Feyenoord che inizia ad avere i primi problemi: sono 7 le lunghezze che dividono le due compagini. L'attacco è la nota più positiva grazie a ben 14 centri negli ultim 4 match, quasi la metà dei 29 totali: la difesa invece resta la nota dolente con 6 realizzazioni rispetto alle 20 totali. Al momento, il reparto offensivo sta reggendo le disattenzioni della retroguardia, ma serve un cambio di rotta per affrontare nel migliore dei modi il girone di ritorno. Seconda vittoria in trasferta che sblocca un cammino ricco d'insidie lontano dal Galgenwaard: in casa tutt'altro passo con 5 successi di fila, 6 trionfi totali con un solo ko e un pareggio. 


4. Il Psv continua la cavalcata trionfale verso il titolo di campione d'inverno: i Boeren restano imbattuti in casa e tornano a vincere in trasferta dopo lo scivolone al De Kuip. Al Polman Stadion finisce 4-0 con l'Heracles incapace di arginare la furia del club di Eindhoven: De Jong non riesce ad segnare, ma mantiene la testa della classifica marcatori con El Khayati, Sol e Lozano che restano a loro volta a secco. Come per l'Ajax è la difesa a mettersi in mostra con i centri di Schwaab e Dumfries con il terzino che realizza il 3° gol in campionato. L'attacco mantiene la palma di più prolifico dell'Eredivisie insieme alla difesa meno perforata della competizione: il primato è condiviso con l'Ajax che vanta i medesimi numeri per una lotta a due verso il titolo. 


5. Venlo in crisi dopo un ottimo avvio di campionato: la compagine giallonera ha rimediato il 3° ko nelle ultime 5 partite: oltre le sconfitte solo 2 pareggi per un successo che latita da troppo tempo. La compagine sta scivolando sempre più in basso ma, al momento, i 20 punti messi in cassaforte non preoccupano tecnico e tifosi che possono sperare in una rapida ripresa della propria rosa. Il VVV in casa ha un passo da big con 3 vittorie, 3 pareggi e solo un ko: i problemi arrivano in trasferta con la quarta sconfitta in 5 partite ed un solo punto portato a casa. La difesa sta incassando troppi gol e 24 reti al passivo cominciano ad essere tante per una formazione che punta alla salvezza. Il girone di ritorno può regalare numeri diversi, ma serve immediatamente l'inversione di rotta. 



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top