Recuperi 18° giornata e notizie sparse


Giocati in questi ultimi giorni tutti i recuperi della diciottesima giornata di Eredivisie, giocatasi a metà per via del gelo che ha colpito l'Olanda.

17 gennaio NEC - Vitesse 2-1


17 gennaio  NAC Breda - Ajax 1-1

17 gennaio FC Utrecht - FC Twente 0-0

19 gennaio Roda JC - PSV 0-1

20 gennaio FC Groningen - SC Heerenveen 2-0

Pareggiano Twente ed Ajax, impegnate fuori casa sui difficili campi dell'Utrecht e del Nac, così ne approfitta il PSV che raggiunge i Tukkers in testa alla classifica, sopravanzandoli per via del miglior saldo tra reti fatte e subite. Attaccato al palo è rimasto l'Ajax. La distanza dalle due che guidano il campionato, infatti, sembra essere incolmabile, data la difficoltà degli ajacidi a chiudere le partite in campi ostici. La squadra è ricca di talento, ma anche quest'anno pare essersi palesato solo a metà. I 9 punti di differenza pesano come macigni, un pò come le parole di Hai Berden, presidente del VVV Venlo che, intervistato da Voetbal International, ha rivelato come il direttivo dell'Ajax abbia scartato l'ipotesi riguardante l'acquisto di Keisuke Honda, gioiello dagli occhi a mandorla che, dopo essere esploso al De Koel, ha scelto i petroldollari garantitigli dalla dirigenza del Cska Mosca. Stando alle parole di Berden, l'Ajax aveva in mano il numero 10 giapponese, centrocampista tuttofare con uno spiccato senso del goal, ma non se n'è fatto nulla per via dell'alta cifra richiesta dalla squadra di Venlo: 10 milioni (è stato poi venduto a 9, ndb) erano decisamente troppi per la dirigenza ajacide, che non aveva intenzione di andare oltre i 6.
Poco male: i Godenzonen sembrano volersi rifare con l'acquisto di Nicolas Lodeiro, centrocampista uruguaiano che era parso negli scorsi giorni molto vicino al Napoli. Mancano i fondi, ma si sta lavorando ad una soluzione alternativa: le due società, infatti, potrebbero iniziare un rapporto di collaborazione.
Tornando alla testa della classifica, il PSV si assicura a vita le prestazioni di Timmy Simons. Il trentatreenne mediano belga, dopo essere stato ad un passo dal trasferimento al nord, precisamente Heerenveen, torna sui suoi passi. Con 140 presenze in Eredivisie con la maglia del club aziendale di Eindhoven, Simons, che con Fred Rutten non sta trovando molto spazio, ha rivelato di voler rimanere nel club anche dopo il ritiro, presumibilmente alla scadenza del suo contratto nel 2011. Scelta applaudita da un personaggio molto amato ad Eindhoven: Guus Hiddink, il quale difficilmente, fino a quando ha allenato il PSV, rinunciava a Simons.
Proprio Hiddink continua ad essere al centro di, a detta del suo entourage, speculazioni senza nè capo nè coda. Dopo le voci che lo volevano in Italia, sulla panchina della Juve come successore di Ferrara, ne sono arrivate altre che lo vorrebbero al posto di Benitez ad Anfield. Che sia Juventus o Liverpool (ma si era parlato di lui anche per il Manchester City, prima dell'arrivo del Mancio), va riconosciuto che il boeren va sempre di moda!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top