Debutto amaro ai mondiali under 17. Olanda sconfitta 1-0 dal Congo


Non inizia nei migliori dei modi l’avventura messicana dell’Olanda under 17.
I ragazzi di Stuivenberg sono stati sconfitti per 1-0 dal Congo nella prima giornata della Coppa del Mondo U17.

La selezione olandese under 17 si era laureata campione d’Europa appena un mese fa battendo la Germania in finale. In virtù di questo risultato aveva strappato il pass per la Fifa U17 World Cup 2011, in corso di svolgimento in Messico.
Le 24 nazionali partecipanti sono state sistemate in 6 gruppi. L’Olanda è stata inserita nel Gruppo A insieme a Messico (Paese ospitante), Corea del Nord e Congo. Passano agli ottavi di finale le prime due classificate in ogni girone più le quattro migliori terze.

Ieri all’Estadio Morelos di Morelia gli Jong Oranje sono scesi in campo con il consolidato 4-2-3-1 già visto agli Europei. L’assente Bondt è stato rimpiazzato da Gravenberch.
Ecco l’11 iniziale: De Jong; Disveld, Kongolo, Rekik, Willems; K.Ebecilio, Ayoub; Gravenberch, Trindade, Depay; Achahbar.
La prima frazione di gioco è piuttosto avara di emozioni, con le due squadre piuttosto rinunciatarie. Da segnalare solo un paio di conclusioni dalla media distanza.
Nella ripresa la gara si accende. E’ l’Olanda a partire forte cercando di portarsi in vantaggio. Ci prova Ayoub che si incunea nella difesa avversaria, ma da posizione defilata non riesce a far male con il suo sinistro.
L’Olanda colleziona corner a ripetizione, non riuscendo però a sbloccare il risultato. Su uno di questi gli Oranje battono corto, la palla perviene a Gravenberch che si addormenta perdendola sul pressing avversario. L’Olanda è completamente sbilanciata in avanti, facile per Mayanith condurre la transizione nelle praterie della retroguardia avversaria e servire Kounkou. Il numero 10 africano non sbaglia davanti a de Jong, firmando il gol dell’1-0 per il Congo.
La reazione veemente dell’Olanda è fotografata dalla punizione-bomba di Kongolo che sorvola di poco la traversa.
Il Congo non resta arroccato nella propria metà campo e sfiora il raddoppio in contropiede con Tchibata. Pochi istanti dopo Trindade converge dalla destra, Achahbar gli restituisce palla con un pregevole tacco, cross preciso per la testa di Depay ma è prodigioso il volo di Ngakosso a togliere la sfera dal sette.
L’ultima occasione della partita capita sui piedi migliori, quelli di Kyle Ebecilio. Il gioiello dell’Arsenal riceve palla da Achahbar, mette a sedere Bassoumba, ma il suo mancino a giro diretto all’angolino viene salvato ancora una volta dall’estremo difensore del Congo.

Il coach Albert Stuivenberg è molto deluso del risultato. “Non è stata una bella partita, possiamo fare molto meglio e non siamo stati nemmeno fortunati. Fino al gol che abbiamo regalato loro, non avevamo avuto problemi, non avevamo concesso loro spazi, anzi avevamo avuto due ottime occasioni poco prima di quel contropiede. Dopo il loro gol è stato difficile per noi recuperare le forze e, nonostante abbiamo dato tutto nel finale, ciò non è bastato. Non avremmo dovuto perdere questa partita.”
La strada per la qualificazione ora si complica, bisognerà raccogliere subito i 3 punti nel prossimo match contro la Corea del Nord (sconfitta ieri dal Messico per 3-1) in programma il 21 giugno alle 15:00 (22:00 ore italiane, Eurosport dovrebbe trasmettere la diretta su uno dei due canali). Martedì saranno vietate le distrazioni.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top