Feyenoord, ancora Pellè! L'attaccante italiano regala i tre punti a Koeman nella sfida contro il Groningen

Nell'ultima partita dell'anno il Feyenoord ospita il Groningen. La squadra di casa scende in campo con il 4-3-3. In porta si rivede Mulder, mentre la linea difensiva a quattro è la solita, composta da Janmaat, De Vrij, Mathijsen e Martins Indi. A centrocampo confermatissimo Vilhena, insieme a Clasie ed Immers, mentre il tridente offensivo è composto da Schaken a destra, Pellè vertice offensivo ed il giovane Jean Paul Boetius sull'out mancino.
Gli ospiti rispondono con il 4-3-3 con due mediani pronti a ripiegare: Tra i pali, come al solito, c'è Luciano; Burnet, Kapperhof, van Dijk e Kwakman si dispongono in difesa, coperti da Sparv, e Kieftenblad a centrocampo. Più avanzato, invece, Michael de Leeuw, autore di 7 goal quest'anno. Il centrocampista ex De Graafschap gioca alle spalle del terzetto composto da Kirm, Schet e Zeefuik, complice l'assenza di Texeira. Solo panchina per il giovanissimo Zivkovic, che troverà spazio nella ripresa.
Primo tempo soporifero, con il Gronigen che si difende ordinatamente e tenta di trovare il goal su palla inattiva, mentre il Feyenoord attacca senza trovare spazi. Le uniche occasioni di una certa pericolosità sono di marca bianco-rossa: al 31' Schaken supera abilmente Burnet, ma al momento della conclusione viene anticipato da Luciano in uscita. Poco dopo, Vilhena calcia da fuori area, tiro potente ma centrale e il portiere blocca in due tempi. Al 43' l'ultima occasione del primo tempo capita sui piedi di Boetius, ma il suo tiro a giro da fuori area viene deviato di testa in angolo da un difensore.
Nel secondo tempo il Feyenoord scende in campo con un altro piglio e attacca in maniera più convinta, alla ricerca della vittoria che potrebbe condurli a ridosso delle posizioni di testa. Il muro eretto dalla difesa del Groningen continua a resistere, senza concedere particolari occasioni alla squadra avversaria, ma al primo tiro in porta del secondo tempo il Feyenoord passa. Al 58' Clasie batte un calcio d'angolo forte e teso sul primo palo, dove Pellè è bravo a spizzare la palla, che si insacca alle spalle di Luciano.
A vantaggio acquisito il Feyenoord prende il controllo del gioco, senza creare occasioni da rete, ma tenendo il pallone lontano dalla propria area di rigore. Al 76', però, alla sua prima occasione da rete, il Groningen pareggia. Autore dell'1 a 1 è Virgil van Dijk, giocatore molto apprezzato da Frank de Boer, che in settimana ha dichiarato che lo vedrebbe bene come futuro sostituto di Alderweireld. Il difensore classe 1991 si ritrova tra i piedi il pallone all'interno dell'area di rigore e di prima intenzione, con un gesto da vero cannoniere, scarica la palla alle spalle di Mulder, il quale può solo sfiorare.
La partita, riaperta, si fa finalmente intensa e combattuta, perchè il Feyenoord attacca, lanciando il pallone in area alla ricerca di Pellè, mentre il Groningen si chiude e riparte in contropiede: Al 79' gli ospiti hanno una clamorosa occasione per portarsi in vantaggio: Bacuna, entrato all' inizio del secondo tempo al posto di Zeefuik, mette all'interno dell'area piccola un pallone forte e teso per De Leeuw, che arriva a tutta velocità. Il goal sembra ormai cosa fatta, ma il numero 21 manca clamorosamente l'impatto con il pallone.
Passato il pericolo il Feyenoord, riparte all'attacco, ed all'86', su uno degli innumerevoli lanci all'interno dell'area di rigore, dopo una serie di batti e ribatti, Immers alza un campanile su cui si avventa Pellè, che con un violento destro al volo gonfia la rete e fa impazzire i tifosi di casa, regalando i 3 punti alla sua squadra.
Per l'attaccante italiano, sempre più idolo dei sostenitori della squadra di Rotterdam, si tratta del goal numero 15 in 15 presenze. Il Groningen subisce una sconfitta immeritata, in una partita in cui il risultato più giusto sarebbe stato un pareggio e rimane a galleggiare in una zona medio-bassa della classifica, a differenza degli avversari, ora solo a 3 punti dalla vetta.
Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top