Eredivisie : le altre partite del ventesimo turno.

RKC Waalwijk - NAC Breda

Il Waalwijk di Erwin Koeman ospita un rinfrancato NAC Breda dopo la vittoria all'ultimo secondo con il VVV Venlo grazie alla rete allo scadere di Botteghin. Nella prima frazione di gioco le squadre se la giocano alla pari andando vicini al vantaggio più volte , ma senza successo. Nella ripresa la musica cambia
, perchè il NAC entra in campo con la giusta cattiveria sportiva e va in vantaggio al minuto 56 con una bella azione di Verbeek che si accentra al limite dell'area e fa partire un bel destro all'angolino . Il raddoppio per i Rats arriva 60 secondi dopo con Buijs che dai 20 metri batte un non incolpevole Zoet . Il 3 - 0 arriva all'80' con Schalk che in contropiede mette una seria ipoteca sulla gara.
L'ombrellino nel long drink lo mette Botteghin di testa al 90' sugli sviluppi di un corner per il 4 a 0 NAC Breda.
Grandissima vittoria per il NAC che si toglie momentaneamente dalla zona calda. RKC inconsistente sta sera , troppo fragili e poco reattivi i ragazzi di Erwin Koeman.


NEC Nijmegen – Groningen

Al Goffertstadion si affrontano Nijmegen e Groningen, alla ricerca dei tre punti che non riescono ad agguantare da molte partite. E' Van Eijden a sbloccare il risultato al 10' con un gran colpo di testa, mettendo subito le cose in chiaro. Dopo il goal del vantaggio dei padroni di casa succede poco e niente e il primo tempo si chiude con poche emozioni.

I b
ianco-verdi di Maaskant giocano meglio nel secondo tempo, riuscendo ad ottenere il pari al 67' grazie a Burnet, giovane terzino sinistro classe 91'. Ma a porre fine definitivamente le speranze per gli avversari è Soren Rieks all'80' su assist di Van der Velde. Spiraglio di luce per la squadra di Nimega. 2-1 il finale.

Utrecht - Willem II


Grande campionato dell' Utrecht, la squadra più in forma del campionato, che affronta il Willem II, ultimissimo a tredici punti.  Come da pronostico è l'Utrecht a tenere il pallino del gioco ma che non riesce a concretizzare nei primi quarantacinque minuti di gioco.  Ci pensa Kali al 48' ad aprire le marcature, finalizzando una grandissima azione. Il raddoppio arriva al 67' con Duplan che sugli sviluppi di un cross si ritrova il pallone tra i piedi e anticipa Meul. Partita già chiusa ma c'è spazio ancora per due goal, ovvero quello di Schepers all'89' e per quello, ormai inutile, di Haemhouts per il 3-1 finale. Utrecht che non sbaglia più un colpo, consolida il sesto posto e si porta a meno due dal Feyenoord, che pareggia 0-0 contro il Twente.


ADO Den Haag - Roda

ADO che affronta un Roda in netta ripresa, uscito vittorioso nelle ultime due gare di campionato. Mike Van Duinen sblocca il risultato al 14' con un bel pallonetto che scavalca il portiere avversario. Quando il primo tempo sembra essere ormai finito Lebedynski però trova la zampata vincente, dopo un incerto colpo di testa del compagno di squadra, permettendo alla sua squadra di andare al riposo sul risultato di 1-1. Il bomber dei giallo-neri Malki viene espulso al 49', lasciando la sua squadra in dieci. Partita in discesa per il Den Haag che riesce ad agguantare il vantaggio al 78' grazie al solito Holla, che segna su rigore, riportando in vantaggio la sua squadra. All'87' viene mostrato il cartellino rosso anche a Wormgoor, che provoca un altro penalty. Dagli undici metri si presenta Fledderus che prima si fa neutralizzare da un ottimo intervento di Coutinho e poi ribadisce in rete, zittendo di fatto il Kyocera Stadion, per il 2-2 finale. Gran match, molti rimpianti per gli Zwanen, incapaci di chiudere la partita quando ce n'era stata l'occasione.
 
PEC Zwolle - Heerenveen

Sfida salvezza quella che va in scena al' IJsseldeltastadion, entrambe le squadre che hanno collezionato diciotto punti in diciannove partite. Partita molto equilibrata avara di azioni degne di nota. Al 46 l'Heerenveen apre le marcature, col solito Finnbogason che approfitta di un erroraccio del difensore avversario, appoggiando facilmente in rete. All' 83' lo Zwolle riporta il punteggio sul risultato di parità, grazie ad un ottimo colpo di testa dello svedese Denni Avdic. Molto contrariato in panchina mister Van Basten. Squadre che quindi si dividono la posta in palio, risultato comunque giusto per quello visto in campo.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top