Finisce pari tra Feyenoord e Twente. Tukkers e Rotterdammers impattano 0 a 0

Leroy Fer, tra i migliori in campo
Nella domenica dei big match, Feyenoord e Twente deludono l’attesa, chiudendo l’incontro a reti inviolate. 
La partita è stata l’esatto opposto di quanto visto poco prima, nell’altro incontro di cartello disputato ad Arnhem, dove invece Vitesse ed Ajax hanno dato vita ad un match spettacolare e ricco di gol.
Nonostante al Twente il pareggio sia costato la perdita del primato a discapito del PSV, ad uscire ridimensionato dallo 0 a 0 è soprattutto il Feyenoord, che adesso sembra tagliato fuori dalla lotta per il titolo, non tanto per la distanza dal primo posto, ancora recuperabile, ma per il fatto che gli uomini di Koeman quest’anno non hanno vinto neanche una partita contro una diretta concorrente. Questo dato potrebbe essere decisivo, perché con cinque squadre così vicine in classifica, vincere gli scontri diretti è fondamentale per guadagnare punti preziosi ed arrivare al titolo. 
Eppure gli uomini di Koeman ci hanno provato in tutti i modi, non sono riusciti ad abbattere il muro difensivo alzato dagli ospiti.
Sono quattro gli ex della partita, ma solo uno (Verhoek, tra l'altro out per infortunio) milita nel Feyenoord.
Gli ospiti invece nelle loro fila hanno Fer, Castaignos e Cabral, tutti prodotti dal florido vivaio dei Rotterdammers: se i primi due figurano nell’undici iniziale, Cabral si deve accontentare della panchina. 
Koeman ha qualche problema con gli esterni d’attacco: oltre a Verhoek, anche Schaken è indisponibile. Viene, così, scelto Achahbar, ultimamente criticato pubblicamente per lo scarso impegno in allenamento.

L'incontro è, sin dalle prime fasi, decisamente bloccato. Il Feyenoord tiene sempre palla e quindi fa la partita, ma il Twente non concede niente in difesa, tenendo a bada Pellè, sempre raddoppiato se non triplicato dai difensori dei Tukkers! 
Su un calcio d’angolo al 14’ gli ospiti commettono un grave errore in difesa (sarà l'unico in tutti i 90 minuti), dimenticandosi di Immers, che sbuca alla spalle di tutti. Il suo tiro, da ottima posizione all’interno dell’area piccola, però, non è angolato abbastanza e finisce addosso a Mihaylov, che respinge. 
Al 39’ padroni di casa nuovamente pericolosissimi: Pellè serve Clasie, che con un tocco di prima intenzione mette Vilhena davanti al portiere. Il giovanissimo centrocampista, però, sbuccia clamorosamente la palla e l’occasione, l'ultima del primo tempo, sfuma.
Nella ripresa il copione non cambia, ma il ritmo, già piuttosto basso nella prima frazione, cala ulteriormente, perché i padroni di casa, non riuscendo a superare la difesa del Twente, sembrano sempre più sfiduciati. Per vedere gli ospiti in attacco bisogna aspettare oltre un ora: è addirittura il 65’ quando, su azione di contropiede, Tadic va al tiro da posizione defilata impegnando Mulder, che però è attento e respinge. Infruttuoso, nell'occasione, il tap-in di Brama, spentosi sul fondo.
Al 79’ i Tukkers si fanno nuovamente pericolosissimi, andando vicinissimi al vantaggio: su azione da calcio d’angolo, Fer sembra risolvere in maniera vincente una mischia, ma proprio sulla linea di porta Clasie di testa respinge. 
Dopo aver attaccato incessantemente per 80 minuti, i padroni di casa non ne hanno più, e solo allora il Twente finalmente ha la possibilità di uscire dal proprio guscio e tentare il colpaccio, ma la difesa del Feyenoord, anche se a corto di ossigeno, riesce a tenere.
Al 90’ Fer, sempre lui, ha l’ultima occasione per sbloccare la gara: salta nettamente Mathijsen, ma si defila troppo ed il suo pallonetto a scavalcare Mulder finisce sull’esterno della rete.
Si conclude così tra gli sbadigli una brutta partita, dove le occasioni da gol sono state pochissime, probabilmente perché il Twente è andato a Rotterdam con l’intenzione di non prenderle, questo a discapito, naturalmente, dello spettacolo.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top