Un Ajax concreto stende il VVV . I ragazzi di De Boer non mollano la presa sul titolo sconfiggendo 3 a 0 il Venlo .

Due giovani talenti Oranje : Ricardo Van Rhijn e Yannick Wildschut , entrambi classe 91'
Cari amici di Calcio Olandese Blog, la squadra di De Boer, ospite del VVV Venlo al De Koel, è chiamata alla vittoria per non lasciar scappare il PSV Eindhoven, straripante e vittorioso nella partita del sabato sera contro l'ADO.
L'avversario sembrerebbe quello ideale, infatti il VVV è uscito malconcio dalle ultime due partite e sembra sempre più sprofondare nelle sabbie mobile della retrocessione. Passiamo agli schieramenti in campo: i padroni di casa si dispongono con la formazione ideale, un 4-3-3 con la stella Wildschut titolare sull'out di sinistra. 
Per gli Joden lo schieramento è analogo, però vi sono da segnalare alcune defezioni: non gioca Moisander, sostituito da Denswil, mentre sull'out di sinistra, al posto di Boerrigter, scende in campo Jody Lukoki.

Ruud Bossen dà il fischio d'avvio e dopo soli 90 secondi ed il VVV spaventa l'Ajax: su incomprensione fra Blind ed Eriksen ne approfitta Linssen, che da posizione defilata all'interno dell'area impegna Vermeer in angolo. 
Dopo una serie di imprecisioni, l'Ajax sembra risvegliarsi dal torpore: al 29' i biancorossi di Amsterdam sfiorano il vantaggio con De Jong. Il capitano, schierato punta in questa occasione, non riesce a centrare la porta per questione di centimetri. Pochi minuti dopo, però, da straordinario giocatore quale è, lo stesso De Jong riceve uno splendido pallone da Eriksen all'interno dell'area di rigore, lo stoppa con facilità, prende la mira e con calma olimpica batte Maenpaa per il vantaggio degli Aiacidi di De Boer. 
L'Ajax cerca timidamente il raddoppio, ma fino alla fine del primo tempo non riesce a creare grandi occasioni, pur tenendo sotto scacco il Venlo. 
Le squadre vanno, così, al riposo sul risultato di 0-1.

Ad inizio ripresa è il VVV a rendersi pericoloso per primo e lo fa con Nwofor, che impatta bene il pallone di testa, ma spedisce alto sopra la traversa per le delusione dei tifosi gialloneri. L'Ajax risponde con Schone, ma il suo tiro al volo dal limite dell'area, seppur ben preparato, finisce lontano dalla porta di Maenpaa. Migliore e più pericoloso il tentativo successivo di Lukoki, che al 51' non riesce a trovare la porta con un bel diagonale dalla sinistra. 
Il VVV non molla e, sfruttando una indecisione di Alderweireld, riparte con Wildschut, che dopo una cavalcata dalla sua trequarti, arriva poco lucido alla conclusione e calcia a lato. Al 61' arriva il raddoppio degli ajacied: De Jong lavora bene un pallone sull'out di sinistra e serve al limite dell'area Schone che, sapientemente, serve Fischer a rimorchio. La giovane ala danese va alla conclusione a giro e sigla il 2-0. Venti minuti più tardi è Boerrigter, subentrato a Schone, a siglare il 3 a 0 dopo una azione piuttosto confusa e rocambolesca . La partita termina sostanzialmente alla terza rete dell'Ajax, protagonista di una prova tutto sommato convincente: nonostante la giovane età di molti componenti della squadra, gli Aiacidi hanno controllato il match, rischiando poco o niente e pungendo al momento giusto. 
Unica nota negativa è stata la prestazione di Toby Alderweireld: il centrale belga sembra esser disattento e poco lucido e l'assenza di un partner di esperienza come Moisander non gli ha certo agevolato i compiti in difesa.
Il VVV, ormai penultimo, sembra essere destinato alla retrocessione ma mai dire mai. I tifosi del Venlo possono ancora sperare in una rocambolesca salvezza ,tanto che la lotta per la retrocessione è accesa quanto quella per il titolo.


Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top