Addio sogni di gloria per il PSV: il Milan vince 3-0, per i Boeren ci sono i gironi di Europa League

Memphis Depay contende il pallone ad Abate

Il Milan batte 3-0 il PSV e spegne i sogni di gloria dei Boeren che si ritrovano nei gironi di Europa League, al termine di una partita in cui si è visto chiaramente la differenza di tasso tecnico, soprattutto in attacco: da una parte Balotelli, El Shaarawy e Boateng nel tridente rossonero confezionano tante occasioni e finalizzano per 3 volte (doppietta del ghanese e gol di SuperMario) mentre l'attacco biancorosso, senza il talentino Bakkali e quindi formato da Matavz, Depay e Park crea alcune occasioni pericolose, ma non riesce a finalizzarne nessuna. Anche la difesa non è immune da colpe: tante sono state le lacune che Cocu dovrà certamente rivedere.


Il PSV non partiva certo con i favori dei precedenti: già sempre fatti fuori nelle doppie sfide contro il Milan, i boeren  non avevano mai passato il turno dopo un 1-1 all'andata.
Brividi già in partenza per i biancorossi, che dopo appena un minuto si trovano, con Rekik, a dover rischiare il giallo per un fallo su Balotelli a centrocampo; Matavz è pericoloso con un colpo di testa che viene deviato da Abbiati ma il Meazza esplode al gol di Boateng all'8' che trafigge Zoet con un bolide da fuori area: in questo caso la difesa di Cocu non ha marcato debitamente il ghanese del Milan che insacca l'1-0. Brenet protegge l'uscita di Zoet su El Shaarawy e ancora poco dopo il portiere dei Boeren è costretto all'uscita sul Faraone rossonero a causa di un retropassaggio maldestro di Brenet. Ancora pericoli per la porta di Zoet con Balotelli che mette dentro per Boateng, il quale però non controlla il pallone, poi i biancorossi sbrogliano la situazione. 
Il PSV non molla ed impegna seriamente Abbiati con Maher, che inventa una fantastica conclusione da oltre 20 metri. Il pallone, destinato all'incrocio dei pali, viene smanacciato in angolo dal portiere rossonero.
A dispetto degli sporadici affondi degli olandesi, il Milan spinge sull'acceleratore alla ricerca del gol della sicurezza: Boateng apre sulla destra per Montolivo, ma il tiro dell'ex Fiorentina esce di poco a lato. 
Al 32' El Shaarawy colpisce la traversa e il pallone ricade sulla linea prima di ritornare in aria tra le braccia sicure di Zoet: Clattenburg fa segno che non è gol, tra le proteste dei rossoneri. Il PSV prende coraggio e ci prova con Depay, il cui tiro finisce di poco fuori, e con Bruma, che ci prova addirittura da centrocampo; Montolivo mette in area per Balotelli, ma il suo colpo di testa va fuori. 
E' di Willems l'ultima conclusione interessante del PSV nel primo tempo. Un cross, da distanza siderale, del giovane terzino sinistro rischia di ingannare Abbiati e colpisce l'incrocio dei pali. 
La gara vive di fiammate e nervosismo dettato dal peso della posta in palio. Clattenburg gestisce bene i ventidue in campo, ammonendo Schaars e Montolivo, protagonisti di un animato battibecco: l'ex Sporting Lisbona commette fallo sul milanista, Schaars cade su Montolivo che si arrabbia e si avventa, furibondo, sul giocatore del PSV. 

Il PSV torna in campo nella seconda frazione di gioco con l'obiettivo di trovare il pareggio: la grande occasione è per Wijnaldum che spara però addosso ad Abbiati la palla del possibile 1-1. 
Nel periodo di gioco migliore per gli ospiti, che collezionano vari calci d'angoli, al 54' arriva il 2-0 di Balotelli, che su calcio d'angolo dalla destra, dopo una spizzata di testa di Mexes, infila Zoet con un tocco istintivo di stinco, infilando il pallone sotto la traversa. 
Senza più nulla da perdere, Cocu decide di cambiare in attacco: escono un deludentissimo Park, Maher e Depay per Jozefzoon, Toivonen e Locadia. Allegri, dal canto suo, sostituisce El Shaarawy, Muntari e Boateng per Poli, Nocerino e Robinho. 
Il PSV si rovescia in avanti per cercare di riaprire la partita con Matavz, che ci prova su una sponda di Toivonen, ma nel finale arriva la doccia fredda con il 3-0 di Boateng che in scivolata, anticipando Brenet, mette la palla nell'angolino. 
La gara, oramai decisa, non ha molto da offrire. L'obiettivo Champions League a Eindhoven rimane solo un'illusione, mentre festeggiano i rossoneri che, guardando l'andamento delle due sfide, hanno meritato la qualificazione...



Il sorteggio dei gironi di Europa League si terranno domani, venerdì 30 agosto, al Grimaldi Forum di Monaco a partire dalle ore 12 e 45: i biancorossi sono nella prima fascia insieme ad altre squadre del calibro di Valencia, Lione, Tottenham e Dimano Kiev.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

2 Commenti a quello che hai letto:

  1. Ciao, complimenti per il blog che ho appena scoperto e che sicuramente seguirò d'ora in avanti essendo anche io appassionato di calcio olandese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Matteo! Grazie per i complimenti, ti aspettiamo qui sul blog e sulla pagina facebook https://www.facebook.com/pages/Calcio-Olandese-Blog/204917539648 per discutere del nostro campionato preferito!

      Elimina

Back
to top