L'AZ batte 3-2 l'Ajax grazie ad un discusso rigore concesso dall'arbitro Nijhuis

Christian Eriksen sigla su punizione da 28 metri il momentaneo 0-1.

Nella rivincita dello Johan Cruijff Schaal dello scorso 27 luglio, l'AZ coglie un importante successo contro i campioni dell'Ajax ma sul risultato finale pesa il rigore con espulsione di Van Rhijn, fischiato dall'arbitro Bas Bijhuis, che ha permesso agli uomini di casa di segnare il momentaneo 2-2, prima di siglare il gol vittoria di Elm.

Frank de Boer sceglie il classico 4-3-3 con Sigthorsson punta centrale, mentre Fischer e Bojan agiscono sugli esterni; Verbeek adotta lo stesso modulo, con in avanti Beerens, Johannsson e Gudmundsson. Arbitra il match come già detto Nijhuis.


Primo tempo vivace con occasioni da entrambi i lati, ma sono gli ospiti a passare in vantaggio con un bellissimo calcio di punizioni da 28 metri di Eriksen, che beffa Esteban e insacca lo 0-1. La gara sembra diretta ad andare all'intervallo sul vantaggio esterno, ma al 45' sugli sviluppi di un calcio d'angolo un cross in area viene smanacciato male da Vermeer, che lo indirizza sui piedi di Beerens: l'attaccante dell'AZ non sbaglia e porta il match sull'1-1.

Al ritorno dall'intervallo de Boer sostituisce il "colpevole" del pareggio, Vermeer, con il secondo portiere Cillessen; l'Ajax preme per ritornare in vantaggio e ci riesce grazie al colpo di testa di Siem De Jong, che indirizza in rete un cross dalla destra di Bojan. Il vantaggio dei Kampioen van Nederland dura appena 6 minuti perchè l'arbitro Nijhuis concede un rigore per un fallo del tutto inesistente di Van Rhijn, che viene così espulso, su Viergever. Beerens trova il passaggio filtrante per il 24enne terzino sinistro che, inseguito da Van Rhijn, si lascia cadere a terra in modo plateale: il direttore di gara abbocca alle proteste di Viergever e ordina il penalty, poi trasformato da Johannsson. Le immagini televisive non rendono giustizia, però, al giocatore dell'AZ, effettivamente trattenuto (ma forse il fallo inizia fuori area) dal laterale destro ajacide.
De Boer decide di cambiare gli esterni d'attacco: fuori Bojan e Fischer e dentro il giovane Ligeon e l'esperto Poulsen, ma la partita è tutta in discesa per l'AZ che, forte dell'uomo in più, sforna molti contropiede e sigla il definitivo 3-2 con il colpo di testa di Elm su cross del neo entrato Martens.

C'è da dire, però, che il risultato finale è beffardo per l'Ajax in quanto fino all'azione-chiave la partita era stata condotta in maniera quasi ottimale, sfruttando i gol di Eriksen e De Jong e amministrando bene la gara nella seconda frazione di gioco: il rigore con l'espulsione di Van Rhijn ha cambiato totalmente gli equilibri, con l'AZ che ha prima pareggiato i conti e poi si è portato sul 3-2, grazie alla superiorità numerica.

Ecco gli highlights di AZ-Ajax 3-2:

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top