Una doppietta di Van Persie piega Andorra e manda l'Olanda ai Mondiali

Robin Van Persie, secondo miglior marcatore Oranje
"Ho visto giocare il Brasile e noi, contro di loro, non avremmo speranze". Parole pesanti, specie se provengono dalla bocca di Johan Cruijff, apertamente critico nei confronti della nazionale Oranje, reduce da un pareggio in extremis contro l'Estonia ed una vittoria abbastanza striminzita contro la modesta Andorra.
Di buono, però, c'è il fatto che l'Olanda è la prima nazionale europea a qualificarsi per il mondiale brasiliano. Si tratta della decima qualificazione al massimo torneo per le nazionali, in occasione del quale la nazionale olandese ha saputo stupire, sia in positivo che in negativo, dando raramente vita a prestazioni banali.



Chiamati alla reazione dopo le aspre critiche per il 2 a 2 ottenuto in Estonia, i ragazzi di Van Gaal partono col piede sbagliato anche nella prima frazione di gioco contro la rappresentativa del piccolissimo paese che sorge a cavallo dei Pirenei, faticando a rendersi pericolosi e rientrando negli spogliatoi incredibilmente a reti ancora inviolate.
Nonostante il possesso palla, marchio di fabbrica di questa squadra, le occasioni latitano e per Van Persie, Schaken e Lens, gli uomini scelti per comporre il tridente, di palle giocabili ne arrivano ben poche. Non sorprende, allora, se la nazionale arancione si rende pericolosa solo con un calcio di punizione di Van Persie ed una conclusione di Sneijder, tornato tra i convocati dopo il forfait di Wijnaldum ed i problemi fisici di Maher, che comunque entrerà in campo nel corso della ripresa.

Il muro eretto dagli uomini di casa, che sfiorano l'incredibile vantaggio con un colpo di testa sui cui Vorm resta a guardare, regge fino all'inizio del secondo tempo, quando il solito Van Persie controlla un pallone al limite dell'area e batte l'estremo difensore avversario con una conclusione a giro che si insacca sotto la traversa. E' il goal numero 37 in nazionale per l'attaccante del Manchester United, che così affianca temporaneamente Bergkamp al secondo posto della speciale classifica dei principali goleador olandesi, rimanendo ancora distante da Patrick Kluivert, che guida il gruppo avendo timbrato il cartellino per ben 40 volte.
L'ambizioso attaccante, pochi minuti dopo, consolida il suo secondo posto in solitaria, restando il più prolifico bomber olandese in circolazione, segnando la rete del definitivo 2 a 0. Più di rapidità ed astuzia, questo secondo goal, che mette in luce anche le grosse lacune difensive della difesa di Andorra.
Con il risultato al sicuro e le contemporanee buone notizie che arrivano dagli altri campi, dove la Turchia si impone, sempre con il risultato di 2 a 0, sulla Romania, Van Gaal ed i suoi ragazzi possono festeggiare la prematura qualificazione ai Mondiali brasiliani del prossimo giugno.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top