Locadia manda il PSV in vetta all'Eredivisie: battuto l'RKC Waalwijk al 90'


Il PSV batte a fatica l'RKC Waalwijk per 2-1, grazie a Jurgen Locadia, classe 1993, che ha depositato in rete il gol decisivo al 90'. In precedenza Toivonen aveva mandato in vantaggio i Boeren, mentre Braber aveva pareggiato i conti allo scadere della prima frazione di gioco.


Nel primo tempo il PSV preme all'attacco fino ad andare in vantaggio con Toivonen: Schaars lancia sulla trequarti per Matavz, che tocca per lo svedese, il quale si invola verso la porta e, a tu per tu con Seda, non sbaglia. La posizione dello svedese sul tocco di Matavz sembra, però, irregolare. 
Pochi minuti dopo e PSV vicino al raddoppio prima con Willems, protagonista di una cavalcata sulla fascia sinistra in conclusione della quale, dopo una triangolazione con Matavz, prende in pieno la traversa. Sulla ribattuta è lesto, ma sfortunato, Depay, visto che il suo tiro va fuori di poco. 
Dopo aver subito per gran parte del primo tempo si fa vedere il Waalwijk. Il primo squillo è di Castelen, che scatta su un lancio lungo della difesa ospite, sfuggendo alla marcatura di Hendrix, controlla bene ma conclude peggio, rendendo l'intervento di Tyton, tra i pali dei Boeren al posto dell'infortunato Zoet, piuttosto agevole. 
Nell'ultimo giro di lancette del primo tempo la difesa del PSV si fa prendere nuovamente in controtempo: Castelen stavolta ispira e serve Braber il quale, smarcato in piena area di rigore, trafigge Tyton, gettando il pubblico di casa nello sconforto generale.

Nel secondo tempo il Waalwijk fa sul serio e mette i brividi ai 32.300 spettatori del Philips Stadion, ancora con Braber, il quale, solo davanti a Tyton, si fa parare il tiro che poteva valere l'incredibile vantaggio. 
Il PSV reagisce e consente a Seda, portiere ospite, di salire in cattedra, prima con una deviazione sulla conclusione al volo, da lunga distanza, di Zakaria Bakkali. L'impressione che i Boeren danno nel corso del secondo tempo è quella di una squadra dal grande potenziale, ma ancora troppo acerba: i padroni di casa creano tante occasioni ma difettano di precisione in attacco.
Cocu decide di cambiare le carte in tavola, inserirendo Zanka Jorgensen per Hendrix in difesa, Jozefzoon e Locadia per Bakkali e Maher in attacco. La partita resta bloccata sull'1 a 1, risultato preziosissimo per l'RKC, che cerca di guadagnare tempo in ogni modo. Proprio una perdita di tempo costringe l'arbitro Janssen ad espellere, per doppia ammonizione, Duits, reo di aver ritardato la ripresa del gioco. 
Al 90' lo stadio, che già rumoreggiava per il pareggio, esplode al gol di Locadia: Bruma pennella dalla trequarti una punizione perfetta per la testa del giovane attaccante, che deposita nella porta rimasta sguarnita dopo l'uscita scomposta di Seda, colpevole nell'occasione del goal ma comunque il migliore in campo dei suoi. Dopo 3 minuti di recupero Cocu può finalmente esultare per tre punti importanti perché consentono ai Boeren di mantenere la vetta del campionato in coabitazione con il Twente. 

Gli highlights del match sono disponibili qui.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top