Pellè fa volare il Feyenoord, il PSV cola ancora a picco

Per Graziano Pellè doppietta e rigore sbagliato contro il PSV

Ennesima batosta subita dal PSV che perde 3-1 al de Kuip contro il Feyenoord: la squadra di Cocu, dopo essere passata in vantaggio con Maher, viene rimontata dalle reti di Boetius e dalla doppietta di Pellè, vero trascinatore dei Rotterdammers, che salgono al quarto posto in classifica, mentre sprofondano i Boeren, attualmente al decimo posto, con ben 10 punti da rimontare al Vitesse primo in graduatoria.

Nel primo tempo parte bene il Feyenoord, che si rende pericoloso con un tiro dalla distanza di Janmaat, ma a passare sorprendentemente in vantaggio è il PSV: Jozefzoon trova un varco per Maher il quale, dal centro dell'area, supera Mulder in uscita. Liberatoria l'esultanza del talento ex AZ, ancora ignaro di quel che succederà di lì a poco.
Con il PSV in vantaggio, va di scena un vero e proprio "giallo": per un fallo di Hiljemark su Clasie, l'arbitro Makkelie sembra estrarre il giallo per ammonire il centrocampista svedese, salvo poi ritrattare il tutto, salvando di fatto il giocatore del PSV, che verrà di nuovo ammonito più tardi, senza essere espulso. 
Sotto di un goal, il Feyenoord reagisce con Pellè, che manda fuori una buona occasione di testa, mentre Arias spreca malamente un contropiede di Depay, con il suo diagonale che finisce fuori. Il direttore di gara sventola il giallo a Rekik per un intervento scoordinato e a Schaken per un fallo su Bakkali, con qualcuno in curva che si diverte ad usare un laser verde contro i giocatori in campo. 
Il primo tempo sembra finire con il vantaggio dei Boeren, ma un'amnesia difensiva permette a Boetius di arrivare fino in area di rigore e di siglare il pari, mettendo il pallone nell'angolino alto, alla sinistra di Zoet, che non può fare nulla sulla splendida conclusione dell'attaccante diciannovenne.

Nella seconda frazione di gioco il PSV accusa il colpo del pareggio subito in extremis e non riesce in nessun modo a fermare lo strapotere dei padroni di casa: in apertura di tempo Rekik viene graziato dal doppio giallo per un fallo su Pellè, mentre Zoet è bravo su un calcio di punizione di Clasie. 
La situazione per i Boeren precipita al 54' con il fallo di Santiago Arias e il penalty decretato da Makkelie, sul quale Pellè non sbaglia e completa la rimonta: davvero ingenuo e inutile il fallo del terzino destro del PSV, che tocca sulla spalla Boetius al limite dell'area, senza che ci fosse una potenziale occasione da gol. Passano nemmeno 3 minuti e arriva un altro penalty: Bruma, già ammonito nel primo tempo, si prende il secondo giallo e viene espulso da Makkelie a causa di un intervento in area su Pellè, il quale però calcia il rigore sul palo sinistro della porta di Zoet, lasciando invariato il risultato. 
Cocu decide di togliere Depay per inserire Zanka nel tentativo di arginare i buchi difensivi del PSV, ma lo fa invano, perché i Boeren subiscono poco dopo il definitivo 3-1 di Pellè che insacca alle spalle di Zoet su assist dalla sinistra dello straripante Boetius. Locadia e Narsingh prendono il posto di Maher e Bakkali nelle fila del PSV, mentre Koeman manda in campo Goossens, Vormer e Van Beek rispettivamente per Vilhena, Boetius e Janmaat. Hiljemark viene ammonito (questa volta per davvero) dall'arbitro, come pure Schaars per un fallo su Immers, ma il Feyenoord ci prova ancora, prima con il neo entrato Van Beek, il cui tiro trova solo l'esterno della rete e poi, nel recupero, con Immers che si fa parare il tiro da Zoet. Ecco gli highlights del match:


Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top