Van Oostveen - Blatter, è guerra aperta. Il direttore della KNVB: "Vogliamo spiegazioni!"

Van Oostveen e Van der Vaart
Vigilia dei sorteggi al veleno per Joseph Blatter. 
Il massimo esponente della FIFA ha istituito, a poche ore dal momento in cui si conosceranno le composizioni per i gironi del Mondiale (oggi pomeriggio a Bahia), un sorteggio preliminare per decidere chi scalerà nella seconda urna, occupata dalle compagini africane e sudamericane, che rappresentano le meno blasonate sulla carta. 
Nell'urna delle compagini europee, le squadre saranno 9, mentre in quella destinata alle squadre africane e sudamericane 7. 
La Fifa (e qui sta il trucco) non sceglierà in base al ranking, che avrebbe spedito la Francia con africane e Sudamericane, ma attraverso il sorteggio preliminare quale sarà la nazionale europea a scalare con le teste di serie sudamericane, arrivando ad avere quattro urne con otto palline.
Blatter, protagonista di ripetuti "scivoloni" di questo genere, non ultimo il caso riguardante le votazioni relative all'assegnazione del Pallone d'Oro, ha, così, innescato nuove e feroci polemiche, salvando, di fatto, la Francia, già qualificatasi al Mondiale per il rotto della cuffia.

La federazione olandese non ha digerito la decisione dello svizzero ed ha chiesto a gran voce spiegazioni.
Bert van Oostveen, direttore della KNVB, al canale NOS ha dichiarato: "Pensavamo che la Francia, la nazionale europea peggio posizionata nel ranking, sarebbe stata spostata nella seconda fascia. Invece, la FIFA non ha agito in questo senso. Vorremmo sapere per quale motivo si è comportata così". 
Le richieste dell'esponente della federcalcio olandese, ovviamente, sono risultate del tutto vane e pare utile aggiungere che la soluzione del sorteggio preliminare non è mai stata vagliata in sede di consiglio, visto che l'opzione decisa era quella di annettere la Francia alla 2° urna. 

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

1 Commenti a quello che hai letto:

  1. Se non altro il dirigente olandese ha avuto gli attributi per farsi sentire e chiedere spiegazioni. Tutt'altro atteggiamento rispetto ai nostri dirigenti che subiscono passivamente.

    RispondiElimina

Back
to top