Coppa d'Olanda, la finale sarà tra Ajax e PEC Zwolle


La finale dell'edizione 2013-2014 della KNVB Beker sarà tra Ajax e PEC Zwolle. Al termine delle due semifinali giocate tra mercoledì e giovedì, infatti, sono queste le compagini ad avere avuto la meglio, rispettivamente, sull'AZ e sul NEC Nijmegen.

Quella che si disputerà il 20 aprile al De Kuip di Rotterdam sarà la seconda finale dal PEC Zwolle, che nel 1978 perse ai supplementari contro il Twente. Da allora, però, i blauwvingers hanno avuto diverse vicissitudini, non ultima la bancarotta del 1990, dopo la quale hanno continuato una lenta, ma costante, crescita.
Per l'Ajax, che invece in bacheca ha ben 18 coppe d'Olanda, sarà l'occasione buona per aggiudicarsi il secondo trofeo della stagione e puntare al triplete domestico, completato dal campionato, saldamente nelle mani dei biancorossi, e dalla Supercoppa d'Olanda vinta ad agosto.

Con la vittoria di misura all'AFAS Stadion contro l'AZ, Frank de Boer entra ancora una volta nei libri di storia dell'Ajax, ottenendo il centesimo successo della sua gestione. L'ex difensore di Ajax e Barcellona è in buona compagnia, visto che lo hanno preceduto Luis van Gaal (190 partite vinte) e Rinus Michels (228 successi).
In occasione della semifinale di Coppa, spazio a Kenneth Vermeer tra i pali. Il portiere, oramai scalzato da Cillessen nel ruolo di titolare, regala una prestazione sontuosa, coronata dal rigore parato all'islandese (ma dal passaporto americano) Aaron Johannson. Alla mezz'ora, infatti, i padroni di casa hanno dilapidato una colossale occasione per portarsi in vantaggio, vedendo il proprio centravanti calciare male dagli undici metri dopo il fallo in area di Veltman (ammonito per la seconda volta e, quindi, espulso) su Beerens.
Il risultato si sbloccherà con il goal decisivo di Lasse Schone ad inizio ripresa, dopo un fallo del terzino svedese Mathias Johansson, espulso anche lui. La punizione del centrocampista danese, vero e proprio jolly di De Boer, è perfetta, tanto da lasciare immobile Alvarado, che può solo guardare il pallone infilarsi all'incrocio dei pali. Ancora una volta decisivo, l'ex NEC si candida a diventare MVP della stagione ajacide.
Malumore, invece, in casa AZ, dove la stanchezza data dai costanti impegni ravvicinati da quasi un mese, unita alla delusione per non essere riusciti a bissare la finale dopo quella vinta lo scorso anno, sembrano aver lasciato più di qualche traccia. E' il capitano Viergever, al 90', il primo a parlare di "fine di un'avventura", lasciando intendere come il suo futuro, forse come quello di tanti altri, sia lontano da Alkmaar.

Tutt'altro clima, invece, in casa Zwolle, visto che la truppa di Ron Jans, oltre a potersi giocare la Coppa con l'Ajax, ha ottenuto la qualificazione all'Europa League in virtù dell'oramai certa partecipazione dell'Ajax alla prossima Champions League.
Il 2 a 1 con cui, davanti ai propri tifosi, mercoledì i biancoblu hanno avuto la meglio sul NEC, è solo l'ultimo capitolo scritto, fino ad ora, della breve, ma splendida, storia del club dell'Overijssel, fallito per bancarotta nel 1990 e promosso in Eredivisie solo nel 2012.


Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese! 
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

1 Commenti a quello che hai letto:

  1. Secondo me l'Ajax è strafavorito e difficilmente perderà l'occasione x vincere anche la coppa d'Olanda! Comunque grandi complimenti al Zwolle finalista e in Europa il prossimo anno(credo non accadeva da tantissimi anni!)e all'AZ che comunque,pur non giocando molto spesso un bel calcio è comunque l'unica squadra olandese ancora in corsa in europa e che tiene alto il portabandiera olandese!

    Ps...Credo anche io che in molti lasceranno il club di Alkmaar in estate,ma comunque la squadra rimarrà su livelli medio-alti in Eredivisie!

    RispondiElimina

Back
to top