I talenti del calcio olandese: Thom Haye, centrocampista dell'AZ Alkmaar


L'AZ Alkmaar, dopo le tante (troppe?) cessioni importanti degli ultimi anni, cerca di stringere a se i prodotti più interessanti del proprio settore giovanile. Uno di questi è senza dubbio Thom Haye, diciannovenne centrocampista che di recente, nel pesante 4 a 0 subito contro l'Ajax, ha debuttato in Eredivisie. Dick Advocaat gli ha concesso venti minuti a risultato già compromesso, ripetendo l'esperimento pochi giorni dopo, nella partita, stavolta vinta, contro l'RKC Waalwijk. Chiaro segno che l'AZ crede in lui, dopo avergli prolungato il contratto per tre anni, con un'opzione per il quarto.

Arrivato ad 11 anni dall'FC Amsterdam, una delle squadre minori della capitale dei Paesi Bassi, e già perno della nazionale Under 19 olandese, il ragazzo nato ad Amsterdam si è già messo in luce con la selezione Under 17, vincendo due campionati europei consecutivi nel 2011 e 2012. Specie nell'ultimo, Haye ha guadagnato la ribalta degli addetti ai lavori, rientrando nella top 11 del torneo. A differenza di alcuni compagni come Ake, Depay e Vilhena, però, Thom ha avuto più difficoltà ad imporsi nella prima squadra del proprio club: la prima convocazione è arrivata solo lo scorso febbraio, ma l'esordio è avvenuto in un teatro difficile come può essere l'Amsterdam ArenA gremita e festante per la vittoria dell'Ajax sul malcapitato AZ. Nella frazione di gioco che lo ha visto protagonista al posto di Ortiz, Haye si è posizionato come centrocampista centrale nel terzetto della mediana della sua squadra, ruolo che preferisce anche quando gioca nello Jong AZ, anche se qualche metro più indietro rispetto alla sua classica posizione da "numero 10".
Lo scorso 2 marzo è arrivato il debutto davanti ai propri tifosi: Advocaat lo ha inserito al 79' al posto di Berghuis, allo scopo di difendere il 4 a 0 contro l'RKC. Poco più di dieci minuti, durante i quali Haye ha lasciato intravedere la sua propensione ad organizzare il gioco al centro del campo.

Haye è un centrocampista tecnico e completo, capace di giocare in tutta la porzione di campo che divide le due aree di rigore. Creativo con il pallone tra i piedi e dotato di un fisico già definito, il numero 33 dell'AZ Alkmaar fa sentire la propria presenza ed il proprio supporto ai compagni durante tutto l'arco della partita. Il direttore tecnico dell'AZ, Earnest Stewart, lo ha definito come un giocatore dal futuro promettente: "Vede degli spazi ed immagina dei passaggi eccezionali. Le sue giocate non sono da tutti", ha dichiarato lo stesso Stewart in occasione della conferenza stampa organizzata per il rinnovo del contratto di Haye, che si è legato all'AZ fino al 2015.
Stiamo parlando di un calciatore che gioca quasi esclusivamente col piede destro, col quale fa partire l'azione palla a terra sin dalla mediana, così come da lui preferito: del resto, la sua squadra preferita è il Barcellona....

Nella speranza di vedere presto Haye di nuovo in campo, siamo pronti a scommettere su di lui per il futuro dell'AZ e della nazionale olandese.


Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top