Nacompetitie: Excelsior e Dordrecht promossi in Eredivisie. L'RKC Waalwijk retrocede in Eerste Divisie


Dura appena due anni il purgatorio dell'Excelsior, retrocesso alla fine della stagione 2011-12 e arrivato terzo nella stagione regolare dell'Eerste Divisie appena conclusa: la squadra di Rotterdam elimina l'RKC Waalwijk e viene promosso in Eredivisie (nella foto sopra di Sbvexcelsior.nl). Forti del 2-0 dell'andata, l'Excelsior è consapevole di avere il proprio destino in pugno e si porta in vantaggio dopo appena 4' con un colpo di testa del solito Veldwijk, prima che un altro colpo di testa, questa volta di Fischer al 25', fissasse il risultato sul 2-0 per gli ospiti. 

Nonostante il passivo pesantissimo fino a quel momento per l'RKC (4-0 per l'Excelsior), la squadra di Erwin Koeman non si perde d'animo e prima accorcia le distanze con Beauguel al 38' e poi, sette minuti più tardi, trova il pareggio con Jungschlager. Tutto ciò, però, è inutile e il match si chiude sul 2-2: l'Excelsior può festeggiare la promozione, mentre per l'RKC la stagione finisce nel peggiore dei modi, ovvero con la retrocessione in Eerste Divisie, seguendo le orme di Roda JC e NEC, già retrocessi le settimane scorse.

Nell'altro match del pomeriggio è il Dordrecht a festeggiare la promozione in Eredivisie, mentre per lo Sparta Rotterdam, arrivato 16° su 20 squadre nella stagione regolare, ma qualificato alla Nacompetitie dopo la vittoria nel secondo periodo dell'Eerste Divisie, il sogno di ritornare nella massima serie olandese finisce sul più bello. Dopo il 2-2 all'andata in casa dello Sparta, la squadra di Rotterdam deve vincere o pareggiare con almeno 6 gol per conquistarsi la promozione. La partita viene aperta al 5' dal vantaggio del Dordrecht firmato da Ojo, mentre un colpo di testa di Gladon al 44' porta i padroni di casa sul doppio vantaggio. Dopo un infortunio all'occhio occorso al portiere dello Sparta Kieboom, costretto al cambio, l'arbitro Vink decreta ben 7 minuti di recupero nel primo tempo. 

Nella ripresa Fortes si fa parare un calcio di rigore al 48' dal portiere subentrato Kortsmit, mentre al 55' Mahi riaccende le speranze per i tifosi ospiti, portando il risultato sul 2-1. All'87' Nieuwendaal dello Sparta ferma una ripartenza avversaria e si prende il rosso diretto da Vink. Al 93' Korte mette la ciliegina sulla torta e manda in rete un pallone dalla trequarti, prendendo controtempo il portiere ospite, impegnato ad aiutare i compagni in area del Dordrecht. Dopo 20 anni di purgatorio in Eerste Divisie, la festa a Dordrecht può cominciare.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese! 
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top