Focus sull'Aberdeen, avversario del Groningen nei preliminari di Europa League


La storia
: i Dons nascono nel 1903 dalla fusione di tre club calcistici della città (Aberdeen Club, Victoria United e Orion amalgamated). Si tratta dell'unico club scozzese a non essere mai retrocesso e ad aver vinto due trofei europei nella stessa stagione, nel 1983.
Il periodo di maggiore gloria della squadra che veste di rosso, infatti, risale proprio agli anni 80, quando sotto la guida di un giovanissimo Alex Ferguson, il club vinse tre campionati nazionali, una Drybrough Cup, quattro Scottish Cup, la Coppa delle Coppe UEFA, la Supercoppa UEFA e una League Cup. Tutto nel giro di sette anni, durante i quali l'Aberdeen è diventato l'ultimo club scozzese non di Glasgow a diventare campione di Scozia.

La scorsa stagione: Il terzo posto della scorsa stagione in Scottish Premier League ha regalato all'Aberdeen l'accesso all'Europa League. Ottimo modo per festeggiare i cento anni consecutivi in prima divisione, resi ancora più magici dalla vittoria della Coppa di Lega (il primo trofeo dopo 19 anni), conquistata ai rigori contro l'Inverness.

Lo stadio: il Pittodrie Stadium ha oltre 21mila posti, tutti a sedere. Ha ospitato 14 partite della Nazionale dal 1900 ad oggi. Location suggestiva, in quanto sorge a meno di un km dalla costa che affaccia sul Mar del Nord. Forse, anche per questo, il campo dell'Aberdeen è noto per essere uno dei più freddi dell'intera Gran Bretagna.

La stella: Adam Rooney, ventiseienne irlandese di Dublino, è senza dubbio la stella della squadra. Con i suoi 5 goal segnati tra l'andata ed il ritorno della precedente sfida contro il FK Daugava di Riga si candida anche ad essere l'uomo da tenere d'occhio.
Arrivato la scorsa stagione dall'Oldham Athletic, ha segnato 7 goal in 13 presenze.

Probabile formazione: Mister McInnes schiererà probabilmente il suo undici con un 4-2-3-1 che vede lo stesso Rooney punta centrale, supportato da Hayes, McGinn e Barry Robson. Pronto a subentrare, David Goodwillie, arrivato a parametro zero dai Blackburn Rovers.
Formazione quasi speculare a quanto proposto dal Groningen, che dovrà cercare di fare risultato per potersi giocare la partita decisiva all'Euroborg, tra le mura amiche.

  Posteshop
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top