Europa League - Il Feyenoord batte lo Standard Liegi grazie ad un goal dalla rimessa laterale


Vittoria e tre punti in cascina per il Feyenoord di Rutten, che sconfigge lo Standard al De Kuip di Rotterdam e si porta al secondo posto in classifica, insieme proprio alla squadra di Liegi, ad un solo punto di distanza dal Siviglia.

Il primo tempo risulta gradevole e, nonostante i ritmi sostenuti, regala emozioni su entrambi i fronti. Vermeer, oramai titolare inamovibile a discapito di Mulder, salva sull'interessante pallonetto di M'poku, mentre le iniziative dei padroni di casa sono tutte nel segno di Elvis Manu che prima vede ribattuta dal portiere avversario la propria conclusione e poi è impreciso, nella fase finale del primo tempo, con un colpo di testa che termina fuori. A dispetto delle buone chances per entrambe le compagini, quindi, il primo tempo si conclude sullo 0 a 0.

L'episodio che sblocca il risultato è uno di quelli che non si vedono tutti i giorni: Nelom si incarica di una rimessa laterale all'altezza del limite dell'area di rigore e lancia lungo verso i compagni appostati nei pressi di Kawashima, estremo difensore dello Standard Liegi. Un tocco, appena accennato, di Van Beek con la nuca devia leggermente la traiettoria del pallone, che rimbalza nell'area piccola e scavalca il portiere avversario, beffato dall'azione convulsa sviluppatasi davanti a sè. Feyenoord, quindi, in vantaggio con un vero e proprio colpo d'astuzia di Sven Van Beek, centrale di difesa che ha preso il posto di De Vrij nella retroguardia dei Rotterdammers.



Lo stesso difensore del Feyenoord, però, regala involontariamente agli avversari la palla decisiva per il goal del pareggio poco più tardi, quando un suo tocco mette Viera a tu per tu con Vermeer, offrendo una delle più facili occasioni da goal. Lo spagnolo non sbaglia e per il Feyenoord, la cui ultima vittoria in una competizione europea risale all'edizione 2006/07 (anno in cui, poi, venne esclusa per via delle intemperanze del pubblico in occasione di una gara contro il Nancy), è tutto da rifare.

A regalare il goal vittoria, nel finale, ci pensa Manu, il migliore dei suoi. Dopo essersi visto negare la gioia della rete da Kawashima, ottimo sull'iniziativa dell'esterno ex Cambuur a 10' dalla fine, il match winner della gara segna con un potente sinistro a pochi metri dalla linea di porta il goal del definitivo 2 a 1, che riqualifica la posizione del Feyenoord nel girone, dovendo la squadra olandese affrontare ancora i croati del Rijeka, attualmente ultimi in classifica.
"Abbiamo preparato bene la partita in questi giorni, la vittoria è meritata", ha dichiarato Rutten, che dopo un buon risultato in Europa, spera di tornare a far bene anche in Eredivisie: "Adesso testa al campionato, vogliamo vincere anche in Olanda a partire dalla sfida di domenica con il Groningen".


 Posteshop
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top