Champions League - L'Ajax sbriga la pratica APOEL e chiude al terzo posto il girone


In pieno fermento per la loro cinquantesima gara ufficiale di Champions league (23 vittorie, 12 pareggi e 14 sconfitte) e caricati dal bottino raccolto contro il Willem II in campionato, i ragazzi allenati da Frank de Boer si giocano l'accesso all'Europa League contro i ciprioti dell'APOEL.

L'Ajax non ha mai chiuso un girone di Champions League senza vincere almeno una partita, a differenza degli avversari che di partite non ne hanno mai vinte, da quando partecipano alla massima competizione europea per club.
In attacco pochi dubbi, perchè Milik viene fiancheggiato da Kishna, preferito al rientrante El Ghazi, e Lasse Schone. Anche tra difesa e centrocampo, i biancorossi non presentano nessuna novità: davanti a Cillessen, ci sono, da sinistra a destra, Viergever, Moisander, Veltman e Van Rhijn, alla sua diciottesima gara di Champions consecutiva. A centrocampo, Klaassen e Lucas Andersen sono coperti da Serero, in posizione più arretrata.

L'APOEL inizia molto basso, quasi a temere il possesso palla dell'Ajax, salvo cercare di pungere in contropiede. Gran parte del primo tempo scorre via tra gli sbadigli e l'incessante supporto dell'Amsterdam ArenA, che si anima solo in un paio di occasioni con gli squilli di Van Rhijn (al 5')e di Milik (al 25').
L'episodio che cambia la gara arriva a tempo praticamente scaduto. Una grande giocata di Schone sulla sinistra permette a Milik di controllare ed aggiustarsi il pallone al centro dell'area, prima di venire steso da Antoniades. L'arbitro concede il rigore e sul dischetto va Schone, che angola tantissimo il suo destro e sigla l'1 a 0 nonostante l'intuizione di Pardo.
Il primo tempo va via così, con l'Ajax in vantaggio e delle statistiche impressionanti. 92.3% dei passaggi andati a buon fine e possesso di palla che sfiora il 70%. Nella ripresa ancora Schone anima il pubblico di casa! Il danese propizia la conclusione di Milik ed è pronto a trovare il goal quando l'attaccante polacco gli restituisce il pallone. Schone, con la sua doppietta, diventa il quarto giocatore non olandese a segnare più di 4 goal in Champions con la maglia dell'Ajax e siede alle spalle di Litmanen (20), Kluivert (9) Ibrahimovic (6) nella classifica dei migliori marcatori ajacidi nella competizione. I padroni di casa, spinti dalla fiducia che nutrono in se stessi, regalano spettacolo e trovano ancora il goal al 53', quando Klaassen, di testa, trasforma in goal una bella azione sulla sinistra di Kishna. Per il talento numero 10 si tratta del quarto goal in altrettante partite! Lo stesso Klaassen, venti minuti dopo, rende a Milik l'assist del 4 a 0 con un comodo piatto destro che mette il polacco in condizione di battere ancora una volta Castro e di incrementare il proprio bottino. Con questo goal, infatti, l'attaccante di proprietà del Bayer Leverkusen arriva a 17 goal in 17 partite tra Eredivisie, Champions League e Coppa d'Olanda. Il resto della partita scorre tra la tranquillità generale, con qualche sussulto quando gli idoli dell'Amsterdam ArenA cercano la gloria personale. Con gli ingressi di Riedewald, El Ghazi e Zivkovic, che esordisce così in Champions League, si abbassa ulteriormente l'età media degli uomini in campo. In questa edizione, sono già 4 gli Under 20 scesi in campo tra le fila dell'Ajax. Solo l'Arsenal ha fatto meglio fino ad oggi.

Il risultato finale è netto e meritato. L'Ajax ora attenderà il sorteggio dei sedicesimi di Europa League, sperando di poter ben figurare alla ripresa delle competizioni europee. L'APOEL, certo, si è dimostrato poca cosa, ma se la squadra di Amsterdam dovesse giocare ogni partita con questa sicurezza, De Boer potrebbe finalmente raccogliere belle soddisfazioni anche in Europa.
Menzione di merito per Thulani Serero, che brilla sia da play basso che nel suo ruolo naturale, dove si sposta con l'ingresso di Riedewald, più adatto al gioco difensivo. Il sudafricano, nel corso del match, ha corso tantissimo e si è difeso a meraviglia nonostante la maggiore stazza dei centrocampisti avversari, svolgendo a meraviglia il ruolo di filtro in mediana.

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top