I talenti del calcio olandese: Donny Van de Beek, centrocampista dell'Ajax dotato di grandi numeri


Donny van der Beek è uno degli ultimi gioielli di casa Ajax destinati a proporsi al grande pubblico. Nato a Nijkerkerveen il 18 aprile 1997, questo centrocampista cenrale, che in Italia si è già fatto apprezzare nel 2011, al Torneo Scirea, è un giocatore particolarmente evoluto per la sua età. A soli 14 anni, nel corso delle cinque gare disputate nel nostro paese, ha regalato sprazzi di pura classe, continuando nel corso degli anni la sua ascesa, fino a farsi notare da Frank de Boer, allenatore dell'Ajax che -c'è da scommetterci- presto lo convocherà per il debutto in prima squadra.
Calciatore dotato di un piede destro particolarmente educato, Maradonny, come lo chiamano scherzosamente gli amici, si distingue per essere un centrocampista particolarmente intelligente, dotato di gran carisma per l'età che ha, oltre che di una sapienza tattica fuori dal normale. Nella linea a tre in mezzo al campo, tipica del 4-3-3 di marca ajacide, Donny van der Beek ha tra le sue corde un grandissimo senso della posizione ed una spiccata capacità di leggere l'azione prima degli altri coetanei. Lottatore nato, è il primo da cui ripartono le azioni delle squadre giovanili per le quali gioca. Il suo lavoro di interdizione, però, non gli impedisce di essere presente anche sotto porta, cercando di proseguire o concludere le azioni da lui stesso avviate.
Scovato dai talent scout dell'Ajax quando giocava in un piccolo club, i Veensche Boys, Van de Beek sa farsi apprezzare per il grande dinamismo e per la sua propensione al tiro dalla distanza, sia di potenza che di classe, come accaduto nella sfida di campionato contro i pari età dello Sparta Rotterdam.



Nell'edizione del 2014/15 della Youth League, una sorta di Champions League per giovani calciatori organizzata dalla UEFA, il biondo centrocampista ha toccato quota 4 goal ed 1 assist in 7 partite giocate. Uno score eccezionale per un calciatore così giovane e che si schiera, tutto sommato, lontano dalla porta avversaria.

Un nome, quello del giovane Donny, da tenere a mente per il prossimo futuro. Frank de Boer, allenatore della prima squadra dell'Ajax, lo tiene in grande considerazione, aggregandolo spesso ai più grandi per degli allenamenti. L'esordio non è ancora arrivato, ma nell'attesa il ragazzo si sta facendo le ossa in Eerstedivisie con lo Jong Ajax.
Il suo nome, però, figura sempre tra i convocati delle nazionali giovanili dell'Olanda. Prima con l'Under 17, con la quale ha giocato 13 partite e chiuso l'Europeo di categoria al secondo posto, poi con l'Under 19 di Aron Winter, che gli ha permesso, fino ad ora, di giocare 15 partite e segnare 3 goal.


Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top