Van der Hoorn e Zivkovic salvano un brutto Ajax in casa dell'Excelsior


L'Ajax Amsterdam chiude il proprio 2014 calcistico con una vittoria a dir poco risicata, dimostrando quanto la compagine di Frank de Boer, travolta per 4 a 0 nella gara di Coppa d'Olanda dal Vitesse, attraversi un periodo non certo positivo.
L'anno solare, però, si chiude con sole 2 sconfitte in campionato, cosa che non accadeva dal lontano 2002. Rotterdam, terra di conquista per ben 9 volte nelle ultime sfide che i Lancieri hanno affrontato nella Zuid Holland, si rivela oltremodo ostica per gran parte dei 90 minuti. I padroni di casa, infatti, soffocano col proprio pressing i quattro volte campioni d'Olanda consecutivamente, impedendo sul nascere le azioni offensive.
Pur partendo da favoriti, gli uomini dell'Ajax non riescono ad affacciarsi mai nell'area di rigore avversaria. Milik è completamente abbandonato a se stesso e gli spunti di Schone e Kishna si rivelano vani di fronte all'organizzazione difensiva della squadra allenata da Dijkhuizen.
Pur non mancando di calciatori dotati di alto acume tattico e grandi capacità tecniche (vedi Schone, Klaassen ed Andersen), gli Ajacied appaiono talvolta intrappolarsi nelle proprie fitte trame di passaggi, senza mai riuscire ad affondare in profondità. De Boer, stuzzicato in materia dalla stampa, ha detto che la soluzione al problema potrebbe arrivare dal mercato: "Proveremo a prendere Sinkgraven dall'Heerenveen già a gennaio", ha dichiarato l'allenatore dell'Ajax, specificando che molti dei calciatori dati per partenti (Schone e Moisander su tutti) dovrebbero rimanere all'ArenA di Amsterdam almeno fino a fine campionato.

I padroni di casa, nettamente la squadra migliore tra le due, si rendono pericolosi con Auassar, Gouriye e Van Weert, ma Cillessen è bravo a mantenere inviolata la propria porta nell'arco dei primi 60'.
Ancora una volta, a salvare De Boer ed il suo Ajax sono i cambi a partita in corso. Gli ingressi di El Ghazi, Zivkovic e Van der Hoorn, al posto di Kishna, Milik e Lucas Andersen, infatti, si rivelano decisivi per il risultato finale. Al minuto 82' è il difensore ex Utrecht a sbloccare il risultato, segnando con un preciso destro dal limite dell'area dopo una disastrosa uscita di Coutinho.
Cinque minuti dopo, su assist di Schone (miglior asssistman in Olanda nel 2014, con 24 passaggi decisivi), Richairo Zivkovic sugella il vantaggio, trovando il primo goal in Eredivisie con la maglia dell'Ajax. L'ultima segnatura per il giovanissimo attaccante risaliva allo scorso maggio, quando ancora militava nel Groningen.

Proprio contro i biancoverdi, il 16 gennaio, l'Ajax tornerà in campo per riprendere la rincorsa al PSV Eindhoven campione d'inverno con 4 punti di vantaggio sui biancorossi di Amsterdam.
Appuntamento, ora, in Qatar per il ritiro invernale. Al gruppo, De Boer aggregherà i giovani Nouri e Van de Beek, destinati ad apparire in prima squadra entro la fine dell'anno.

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top