El Ghazi salva l'Ajax. Sua la firma nell'1-0 contro l'Excelsior


Fine dicembre, stadio Woudestein di Rotterdam. L'Excelsior ospita i giganti dell'Ajax e li costringe ad un frustrante pareggio senza reti per gran parte dell'incontro, sbloccato a pochi minuti dalla fine dalle reti dei subentrati Van der Hoorn e Zivkovic. L'Ajax vince e conquista i tre punti, dando l'impressione di balbettare fin troppo per poter contrastare il PSV.
A distanza di circa tre mesi, la descrizione della gara di andata potrebbe bastare per raccontare Ajax-Excelsior, stavolta giocata all'Amsterdam ArenA. Senza Milik (infortunato) e Moisander (ufficialmente acciaccato, ma probabilmente messo ai margini della squadra dopo aver firmato il contratto con la Sampdoria) Frank de Boer si trova nuovamente messo a dura prova dal piccolo club di Rotterdam. Zivkovic viene lasciato inizialmente in panchina, affidando a Schone il ruolo di centravanti, anche se di fatto il danese svarierà sul fronte offensivo, permettendo ad El Ghazi di accentrarsi, fungendo da punto di riferimento.
Durante tutto il primo tempo, gli ajacidi cercano di fare la partita e di rendersi pericolosi senza dare punti di riferimento alla difesa dell'Excelsior. La squadra di Dijkhuizen è costretta a difendersi con un 4-3-3 che in fase di possesso si trasforma in un 4-4-1-1 schiacciatissimo a difesa della propria porta. Così, all'intervallo, nella casella dei tiri nello specchio della porta da parte dell'Ajax campeggia un preoccupante 0. Già, perchè le conclusioni che hanno preoccupato Damen sono state tante, ma tutte dalla distanza e mai veramente pericolose.


La ripresa inizia col brivido per i padroni di casa: in occasione di un calcio d'angolo, il pallone arriva a Bovenberg, appostato sul secondo palo, che dopo un controllo un pò macchinoso, spara a botta sicura verso la porta di Cillessen. Il portiere dell'Ajax riesce ad attutire la violenza della conclusione dell'avversario, permettendo a Boilesen di spazzare via il pallone e far tirare un sospiro di sollievo ai compagni di squadra ed ai tifosi.
L'Ajax reagisce, rendendosi pericoloso soprattutto in occasione dei calci piazzati. Damen è prodigioso nel negare la gioia del goal a Viergever intorno al 60', poi è soprattutto l'imprecisione degli attaccanti biancorossi a costare caro e a far venire le palpitazioni fino all'82', quando il subentrato Zivkovic confeziona un cross al bacio per El Ghazi, che di testa trova il goal che vale i tre punti e che sa di liberazione. Impressionante la stagione del talento ajacide, che all'esordio tra i professionisti è già diventato il calciatore più decisivo dell'intero campionato olandese, segnando 9 goal e rendendosi protagonista di 7 assist.

La gara è il sunto di una stagione. I difetti palesati sono sempre gli stessi: manovra talvolta troppo articolata e mancanza di un centravanti che possa spadroneggiare in area di rigore. I tre punti consentono di tenere il passo del PSV, che resta ad 11 punti di vantaggio in classifica e viaggia a vele spiegate verso la vittoria del titolo. Nota di merito per l'Excelsior Rotterdam, che torna a casa a mani vuote, pur mantenendo un certo margine di punti sulla zona calda. 


 Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top