Finisce un'era: dopo 34 anni la Philips non apparirà più sulle maglie del PSV. Ecco le foto dell'ultima divisa

Dries Mertens con la maglia del PSV Eindhoven nella stagione 2012-13.
La fine di un'era. La Philips, azienda multinazionale del settore elettronico e parte integrante della squadra, non sarà più il main sponsor del PSV Eindhoven e, perciò, non apparirà più in bella vista sulle maglie dei Boeren, dopo ben 34 anni. La più lunga sponsorizzazione del mondo del calcio professionistico durava dal lontano 1982 e terminerà il 31 giugno 2016, quando un'altra azienda subentrerà al gigante delle lampadine, che rimarrà come sponsor, ma non come quello principale.

La manovra operata avrà una finalità quasi esclusivamente finanziaria, dal momento che la Philips versa annualmente nelle casse del club di Eindhoven circa 6 milioni di euro, cifra che si abbasserà a 3-4 milioni di euro dalla prossima stagione, consentendo a qualcun altro di diventare il main sponsor e aumentando, così, le entrate per la società biancorossa. Essendo parte integrante della squadra (basti pensare al significato dell'acronimo PSV, Philips Sport Vereniging, associazione sportiva Philips, o al nome dello stadio, Philips Stadion), fa impressione anche solo pensare che dalla prossima stagione la classica scritta "Philips" non campeggierà più sulle maglie dei neo-campioni d'Olanda. Ma, pur di avere maggiori disponibilità finanziarie, anche la tradizione e la storia ultra secolare sono costrette a farsi da parte.

Ma a Eindhoven non è stato l'unico cambiamento: dopo 20 anni con la Nike, da questa stagione lo sponsor tecnico della squadra è invece Umbro, che ha firmato un contratto quinquennale, che si concluderà nel 2020. Come dichiarato a metà febbraio dal direttore marketing del PSV, Peter Rovers, "la qualità della produzione del materiale avrebbe notevolmente influito sulla scelta di cambiare il fornitore delle divise ufficiali e passare alla ex controllata proprio della Nike", ma in ogni caso tutto ciò è stato dettato, di fatto, dall'obbiettivo di aumentare il fatturato derivante dalle varie sponsorizzazioni. Secondo i dati del portale Calcio e finanza, il club olandese è intenzionato a sfruttare al meglio il nuovo sodalizio che dovrebbe portare la cifra dei ricavi commerciali a circa 25 milioni di euro a stagione, contro i 22,5 milioni di euro della stagione 2013-14, dei quali 18,2 milioni di euro provenienti dalle casse di Nike, Philips e Freo (nel 2009 erano 15 milioni di euro, mentre solo dalla stagione 2011-12 si è toccato quota 20 milioni di euro). Come se non bastasse, il PSV sta cercando un sostituto proprio di Freo, un importante gruppo bancario olandese e attuale secondo sponsor dei Boeren, il cui nome è posto dal 2011 sul retro delle maglie dei Boeren e che versa annualmente circa 1,4 milioni di euro.



E per questi due addii, la società di Eindhoven ha pensato di dedicare due divise speciali: oltre al "Farewell Kit", in cui si celebravano i 20 anni di sponsorizzazione della Nike (sostituita in questa stagione da Umbro), indossata e messa in vendita alla fine della scorsa stagione, è notizia di pochi giorni fa dell'utilizzo in queste ultime partite del'"Heritage Kit", per ricordare i 34 anni della Philips sulle maglie dei Boeren. Questa ultima maglia, commercializzata negli store ufficiali del club presso il Philips Stadion, è andata a ruba fin dal primo giorno, con lunghe code davanti alle porte dei negozi. Ispirata alla maglia del 1982, la prima con la scritta Philips sul petto, questa divisa si caratterizza per l'uso del vecchio e classico logo, quello utilizzato tra il 1917 e il 1937, e la presenza della scritta "Proud of you" sul retro del colletto bianco. 



La Philips Light Tower, la prima fabbrica di lampadine, poi quartier generale e oggi museo, situata in Emmasingel 31, nel centro di Eindhoven.
(Fonte foto: www.nu.nl)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese! 

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top