I protagonisti del calcio olandese - Piet Fransen, "Mister FC Groningen", una vita al servizio dei biancoverdi


Nato in una calda domenica d’estate, il 5 luglio 1936, Piet Fransen ha mosso i suoi primi passi nel mondo del calcio olandese che conta nella stagione 1956/57 con il Velocitas 1897 (allora la seconda squadra di Groningen dietro al GVAV), nel girone A della neonata Tweede Divisie (l’allora terza divisione olandese), lo stesso club dove giocò il padre Geert, che faceva parte della famosa squadra più volte campione regionale nell’allora campionato olandese di calcio tra il 1926 e il 1934 e che vinse anche la Coppa d’Olanda nel giugno 1934, giocando la finale vinta a Utrecht per 3-2 sul Feyenoord dopo i tempi supplementari. Proprio quest’ultimo trofeo rimase l’unico vinto da un club di Groningen fino al trionfo, sempre in KNVB Beker, dei biancoverdi di Van de Looi nel maggio 2015 per 2-0 sul PEC Zwolle.

la mia immagineTrasferitosi nel 1957 al GVAV, iniziò una lunga e fortunata carriera da calciatore professionista, diventando la colonna portante e uno dei giocatori più amati della prima squadra della città, venendo per questo soprannominato Mister FC Groningen, sulla scia di due grandi miti del calcio oranje come Coen Moulijn, alias Mister Feyenoord, e Sjaak Swart, ovvero Mister Ajax. Tranne che per due brevi periodi passati al Feyenoord (tutta la stagione 1965/66 e i sei mesi del 1967), Fransen trascorre tutta la sua carriera nel GVAV prima e, dal 1971, nel Groningen, club nato proprio nel giugno di quell’anno in sostituzione del GVAV: in totale tra le due squadre ha raccolto 484 presenze condite da 82 gol, ritirandosi dal calcio giocato nel 1973 ma rimanendo sempre nell’ambiente, diventando talent scout dei Trots van het Noorden.

Per far capire a tutti quelli che non l’hanno conosciuto quanto fosse amato e rispettato a Groningen, basta ricordare che nel novembre 2007 gli è stata dedicata una strada, la Piet Fransenlaan, nella zona del vecchio Oosterpark Stadion, chiuso nel 2005 e poi demolito nel 2007, a nord-est del centro cittadino (occasione più unica che rara in quanto le vie in linea di principio vengono dedicate a persone non più in vita), mentre nell’agosto 2011, quando Fransen andò definitivamente in pensione, la dirigenza del Groningen ha rivelato durante la cerimonia di commiato che la tribuna est dell'Euroborg, quella di fronte alla centrale, si sarebbe chiamata in suo onore, da quel momento, Piet Fransen Tribune. Il 4 giugno 2009, inoltre, è stato premiato con la Medaglia d’onore dal commissario del re di Groningen Max van den Berg, dopo i suoi 50 anni passati a lavorare per il club.

La tragica notizia della sua morte, all’età di 79 anni, si è diffusa nel primo pomeriggio del 2 agosto 2015, gettando enorme commozione in tutto l’ambiente cittadino, con la squadra che era in procinto di disputare, nella serata, la Johan Cruijff Schaal (Supercoppa d’Olanda), contro il PSV, partita prima della quale è stato osservato un minuto di silenzio in sua memoria e durante la quale il Groningen ha giocato con il lutto al braccio per la perdita di uno dei suoi giocatori più carismatici e amati di sempre. 

Addio, Mister FC Groningen.



(Fonte foto: http://nos.nlhttps://nl.wikipedia.orghttp://www.fcgroningen.nl)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top