Eredivisie - Ajax a valanga sul Cambuur. Nel 5 a 1 finale brilla la stella di Klaassen


In un Amsterdam ArenA tutt'altro che gremita, complici i temori legati ai recenti fatti di Parigi e Bruxelles e la complicata situazione societaria in cui versa la società, l'Ajax travolge senza problemi il Cambuur, mantenendo salda la prima posizione in classifica.




Assenti El Ghazi e Sinkgraven, De Boer prova a mischiare un pò le carte, lanciando Serero dal primo minuto, affiancandolo a Gudelj, con Klaassen in posizione più avanzata e con licenza di rendersi pericoloso nell'area di rigore avversaria. Il biondo centrocampista sembra trovarsi a meraviglia nel ruolo che fu di Jari Litmanen, con il quale ora, oltre al numero 10 sulle spalle, sembra condividere anche la media realizzativa. La doppietta di ieri sera, infatti, lo porta ad aver segnato 5 goal nelle ultime 3 partite, tanti quanti ne aveva realizzati nelle ultime 27.

La prima frazione di gioco potrà venire ricordata a lungo per un singolare record: andate al riposo sul 4 a 1 per i padroni di casa, le due squadre si sono rese protagoniste di 4 goal segnati di testa. Se l'incornata di Veltman sblocca il risultato al 25', è un colpo di testa di Van de Streek a battere Cillessen appena un minuto dopo. L'equilibrio dura pochissimo, perchè all'Ajax basta appena un giro d'orologio per tornare in vantaggio con Milik, che sfrutta il secondo assist della serata di Gudelj e porta i suoi sul 2 a 1. Numeri importanti, quelli dell'attaccante polacco, che in quanto a goal fatti (6) ed assist decisivi serviti (5) viaggia alla stessa velocità di un certo Dirk Kuyt, che sta facendo la fortuna del Feyenoord.
Negli ultimi dieci minuti di gioco ci pensa Klaassen a chiudere definitivamente la contesa con la squadra di Henk de Jong, la cui linea difensiva davvero svagata spiega benissimo il penultimo posto in classifica ed i 35 goal subiti in 13 partite. Il capitano dell'Ajax prima, con un beffardo colpo di testa, scavalca Nienhuis, poi sugli sviluppi di un corner si libera della marcatura ed anticipa Dijks nella conclusione, spedendo all'angolino il pallone con un preciso tiro di destro.

Nel secondo tempo, al rientro dagli spogliatoi, l'Ajax ritrova il sostegno dell'F-Side, il settore più caldo del tifo ajacide, che aveva deciso di non assistere ai primi 45 minuti di gioco per protesta relativamente a quanto accaduto nelle ultime settimane, durante le quali Wim Jonk è stato costretto a lasciare il proprio ruolo di responsabile delle giovanili e sua maestà Johan Cruijff ha deciso di lasciare il ruolo di consigliere, in quanto le proprie direttive non erano state seguite dal resto della dirigenza.
A risultato acquisito, la squadra di Frank de Boer lascia scorrere il cronometro, cercando di assumersi meno rischi possibili. C'è tempo, allora, per gli ingressi di Schone, del giovane Vaclav Cerny (da tenere d'occhio!) e di Heitinga, mentre Younes trova il quinto goal della serata al 60', confermando i propri recenti progressi.

La vittoria, complice il pareggio del Willem II contro il PSV, regala una notte tranquilla ai tifosi biancorossi, che attenderanno l'esito della gara del Feyenoord, impegnato oggi contro il Twente, per capire quale sarà il margine di vantaggio al termine della tredicesima giornata di Eredivisie.


Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top