Eredivisie - Il PSV sconfigge l'Utrecht e approfitta del pari nel Klassieker per avvicinare la vetta



La partita delle 12:30 di un bel sabato di Eredivisie di inizio novembre vede la bella vittoria del PSV Eindhoven sull’Utrecht con il punteggio di 3-1, che assume ancor più valore alla luce del pareggio nel Klassieker tra Feyenoord e Ajax, che ha consegnato ai Boeren di Cocu il momentaneo secondo posto in classifica, a quota 27 punti, a –2 dai Lancieri capolisti e a +1 sui Rotterdammers terzi. 

Primo tempo quasi tutto ad esclusiva marca Boeren, con lo strapotere a livello di gioco della squadra di casa che viene messa nero su bianco fin dai primi secondi di gioco. Pronti, via e il PSV passa in vantaggio, con un angolo dalla sinistra di Guardado deviato sul palo da un preciso quanto micidiale colpo di testa di Bruma, mentre è il messicano Moreno a girare in rete il pallone rimesso in mezzo dallo stesso compagno di Nazionale Guardado: è il primo goal tutto di marca messicana nella storia dell’Eredivisie. Narsingh chiede inutilmente un calcio di rigore sulla leggera trattenuta di Letschert, ma giudica bene l’episodio l’arbitro Kuipers e lascia proseguire. L’Utrecht è inerme di fronte alle giocate dei padroni di casa, e il club di Cocu ne approfitta, sfiorando il raddoppio con una spettacolare rovesciata in area piccola di De Jong che colpisce la parte alta della traversa, mentre pochi minuti dopo è il bolide di Locadia a costringere il portiere dell’Utrecht Ruiter al grandissimo intervento in volo per deviare il pallone in corner. 

Nella ripresa partono forte gli ospiti, che trovano il pareggio al 49’, con Ramselaar che supera Zoet dopo il palo di Barazite e la respinta dell’estremo difensore di casa sulla conclusione a botta sicura di Letschert. Il goal dell’1-1 galvanizza l’Utrecht, che si rende ancora pericoloso quando Guardado di fa rubare palla a centrocampo una volta ripartito il gioco, con Ayoub che si invola verso la porta di Zoet e Haller prova la conclusione rasoterra che termina a pochi centimetri dal palo destro. Al 57’ arriva la svolta della gara, con Arias che sigla il 2-1 per il PSV con un bel diagonale su assist del neo-entrato in campo Pereiro: i Boeren capiscono che è il momento di aggredire l’avversario e guadagno un penalty grazie al presunto fallo di mano di Van der Maarel, che secondo il direttore di gara colpisce il pallone con un braccio in scivolata sul cross di Brenet (anche se le immagini sembrano smentire ciò). 

Dagli 11 metri, però, De Jong si fa parare il tiro e il punteggio non cambia (è il settimo rigore sugli ultimi 11 tirati dal PSV che non viene finalizzato): al 72’ il bomber biancorosso si fa perdonare dai tifosi accorsi al Philips Stadion e sigla il definitivo 3-1 con una girata di mancino su assist da sinistra di Locadia. Trentesima rete con la maglia del primo club di Eindhoven per il numero 9 dei Boeren in 43 partite, che è il giocatore più veloce a siglare tanti goal da Ruud van Nistelrooy, che nel 1999 ci impiegò appena 33 gare ufficiali. Da questo momento non succede più nulla e il PSV porta a casa 3 punti preziosissimi, in virtù anche del pareggio del De Kuip tra Feyenoord e Ajax, che lancia i Boeren proprio in mezzo alle due avversarie.

Ecco gli highlights della gara:



(Fonte foto: http://nos.nl)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top