Ajax, Peter Bosz è il successore di De Boer


Dopo il consueto battage mediatico, è arrivata la conferma: il successore di Frank de Boer sulla panchina dell'Ajax sarà Peter Bosz. Dopo la finale della Coppa di Israele, giocata (e persa, ndr) ieri sera dal Maccabi Tel Aviv, sono state sciolte le riserve ed è stata diffusa la notizia che l'allenatore firmerà un contratto triennale che lo legherà al club di Amsterdam.

Il nome di Bosz, ex allenatore di Heracles e Vitesse, mal si concilia con la tradizione della squadra ajacide, che di solito sceglie di far sedere in panchina una figura vicina alla società.
Il cambio di strategia, però, è apparso chiaro nelle recenti parole di Edwin van der Sar, figura dirigenziale di primo piano in casa Ajax: "Il prossimo allenatore potrebbe arrivare da fuori, non è detto che debba essere necessariamente un attuale componente del nostro staff tecnico".
Certo, Bosz non è l'ultimo arrivato. Nei sedici anni di carriera da allenatore, ha mostrato di essere ambizioso e di meritare palcoscenici importanti. Non è un mistero che abbia parlato anche con lo Zenit, prima di stringere i tempi nelle trattative con l'Ajax.

Se da un lato la scelta di Bosz lascerà molti tifosi perplessi, anche per via del suo trascorso da calciatore al Feyenoord, è innegabile che il calcio espresso dalle squadre allenate precedentemente dall'ex centrocampista cinquantatreenne sia stato emozionante e spettacolare. In questo senso, il cambio di rotta potrebbe giovare notevolmente all'Ajax, troppo spesso fischiato dal proprio pubblico durante il crepuscolo della gestione di Frank de Boer.


Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top