I talenti del calcio olandese: Joris van Overeem, centrocampista con tanto fosforo


L'accademia giovanile dell'AZ Alkmaar sembra essere tra le più floride d'Olanda. Spesso, quando non le casse sono vuote -o quasi- è necessario avere un ricco serbatoio di talenti, farli esordire in prima squadra quanto prima e sperare in un buon impatto nel calcio professionistico.
Insieme a Thom Haye e Dabney Dos Santos, nell'ultima edizione dell'Eredivisie all'AFAS Stadion si è messo in luce anche Joris van Overeem, centrocampista centrale che ha spesso orchestrato la manovra della sua squadra dopo aver ben figurato con la maglia del Dordrecht lo scorso anno, quando, nonostante la retrocessione, ha giocato il 94,5% dei minuti totali nelle 34 giornate di campionato, convincendo lo staff tecnico dell'AZ a riportarlo a casa e affidargli una maglia da titolare.
Tre anni a farsi le ossa con la le riserve dell'AZ, una stagione in prestito in un club minore e poi, finalmente, l'opportunità di giocare in prima squadra, andando a comporre una linea mediana di assoluto valore potenziale, insieme a Markus Henriksen e uno tra Ben Rienstra e Thom Haye.
Van den Brom sembra essersi innamorato del calciatore nato a Amsterdam nel giugno del 1994, presenza fissa nelle nazionali giovanili olandesi dalla under 16 alla under 21 e, da poco, anche dell'AZ.
Dopo l'imprescindibile bomber Vincent Janssen, infatti, nella classifica delle presenze stagionali figura proprio Van Overeem, centrocampista versatile che è stato impiegato come trequartista, esterno di centrocampo o nel tridente offensivo. Il ruolo dove dà il meglio di se, però, è quello del numero 8, visto che ama essere coinvolto nel gioco della squadra, facendo partire l'azione. Parliamo di un calciatore tecnicamente davvero molto dotato, capace di inventare passaggi (anche a lunga distanza) capaci di spiazzare le difese avversarie.

Un esempio? Questo fantastico colpo di tacco con cui ha servito Janssen, autore di un goal nel 2-2 contro il Twente.

  

Con 8 passaggi decisivi, Van Overeem si è rivelato essere il miglior assist-man dell'Eredivisie nell'anno solare 2016, facendosi notare per essere un calciatore molto bravo negli spazi stretti, anche grazie ad un controllo di palla fuori dal normale ed un piede destro molto educato.
Agile, rapido e resistente, il numero 8 dell'AZ Alkmaar è costantemente in cerca del pallone, creando un legame tra il reparto difensivo e la linea d'attacco.

Le sue prestazioni gli sono valse un rinnovo del contratto fino all'estate 2020, con il prezzo del suo cartellino che è schizzato verso l'alto di giornata in giornata, quando Joris strappava gli applausi grazie a giocate illuminanti per i compagni di squadra.

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top