Eredivisie: entriamo nel vivo del 26° turno. I 5 match più interessanti




Il 26° turno di Eredivisie ci proietta verso un weekend interessante sia per la lotta scudetto che per la zona playoff Europa League. Ecco i cinque appuntamenti da non perdere tra sabato e domenica: 


  •       Feyenoord-Az Alkmaar, domenica 14.30: a Rotterdam, la capolista, ospita un Az Alkmaar in crisi di vittorie. Gli ospiti giungono al delicato match con 3 pareggi per 1-1 in campionato e due sconfitte pesantissime in Europa League contro il Lione (4-1 e 7-1). L’unica nota positiva è la qualificazione in finale di KNVB Beker conquistata ai rigori contro il Cambuur, formazione che milita in Eerste Divisie dopo lo 0-0 dei 120 minuti. I padroni di casa, invece, si trovano ad affrontare un nemico ancora più pesante: gli infortuni. Gli undici titolari sono decimati da problemi fisici: non saranno dell’incontro il portiere Jones, Elia, Basacikoglu, Kongolo e Vejinovic. Si aggiunge anche Vilhena squalificato per 3 giornate dopo la gomitata rifilata nel derby contro lo Sparta Rotterdam. Van Bronckhorst recupera in extremis Jorgensen, ma dovrà comunque rivoluzionare il proprio metodo di gioco. Il Feyenoord non può più commettere passi falsi per preservare il distacco dalle inseguitrici. L’Az ha di fronte la grande occasione di tornare al successo per risollevare morale e strappare punti essenziali per rimanere saldi nelle posizioni dei playoff Europa League.

  •      Go Ahead Eagles-Psv Eindhoven, sabato 19.45: gli uomini di Cocu volano all’Adelaarshorst per un incontro importantissimo. I 3 punti, viste le difficoltà del Feyenoord, renderebbero più vivo il sogno di lotta per il titolo. La formazione di Eindhoven, dopo l’eliminazione dalla Champions e dalla coppa nazionale, non può più sbagliare e tornare in corsa per lo scudetto è il modo migliore per farsi perdonare dai tifosi. Dall’altra parte della barricata, i padroni di casa dell’Eagles vogliono distanziare la zona calda della classifica per non essere risucchiati nel vortice della lotta alla permanenza in Eredivisie. Dopo due belle vittorie sono giunti 2 pesanti ko e un pari che hanno fatto sprofondare “le aquile”. Strappare punti ad una big come il Psv è essenziale per poter sperare in una salvezza tranquilla, senza dover combattere fino all’ultima giornata del torneo.

  •       Ajax-Twente, domenica 16.45: i lancieri ospitano una formazione che giunge da ben 4 risultati utili consecutivi. Unal sembra essersi risvegliato dal torpore nel quale era caduto con l’inizio del nuovo anno: 2 gol nelle ultime due partite hanno fatto ritrovare all’attaccante lo stimolo e la grinta giusta per affrontare i successivi match. Fare punti all’Amsterdam Arena non è impossibile soprattutto dopo la trasferta di Copenaghen che ha impegnato l’Ajax nella giornata di giovedì in Europa League. La sconfitta rimediata brucia ancora e Bosz vuole scacciare immediatamente quella brutta prestazione, per poter ridurre ulteriormente la distanza dal Feyenoord. La gara non è delle più facili anche se, per forza di cose, il tecnico ajacide dovrà ricorrere al turn over per far respirare gli undici quasi sempre impiegati da inizio anno. Essere impegnato su più fronti è un danno per l’Ajax che potrebbe rallentare e perdere ulteriore terreno.

  •       Heracles-Utrecht, sabato 19.45: altra gara interessantissima quella del Polman Stadion. I bianconeri, padroni di casa, hanno abbandonato l’idea di poter giungere nei playoff di Europa League, ma nonostante tutto vogliono dimostrare di essere una formazione in grado di competere con tutti. In casa, l’Heracles ha totalizzato la maggior parte dei propri punti (18 su 28) grazie ad un ottimo schema difensivo proiettato al contropiede. Non sarà una passeggiata di salute per l’Utrecht che punta a consolidare il 4° posto. Il Vitesse, nella giornata di venerdì, ha rosicchiato punti portandosi a sole due lunghezze. Serve una prestazione sopra le righe per Haller e compagni che sono chiamati al successo per potersi giocare l’ultimo posto utile per accedere in Europa League.

  •       Den Haag-NEC, sabato 18.30: ad aprire la giornata odierna è uno scontro valido per la salvezza. I padroni di casa de L’Aia ospitano il giovanissimo NEC, tornato recentemente alla vittoria e sfuggito a quel vortice pericoloso per la permanenza in Eredivisie. Il fanalino di coda del campionato, dopo il cambio di allenatore, ha raccimolato una sconfitta e due pari, piccoli passi verso un più roseo futuro. Per diventare tale serve un successo, servono 3 punti che farebbero abbandonare quel bruttissimo 18° posto. L’avversario non è agevole: il NEC, per diverso tempo, ha mostrato ed espresso un gioco divertente ed efficace. Con l’arrivo del nuovo anno quelle prestazioni si sono perse e le 5 sconfitte consecutive stavano complicando pesantemente le cose. Il successo, nell’ultima settimana contro l’Heracles per 3-1, ha rinvigorito gli animi e altri 3 punti garantirebbero la salvezza al 90%. Nessuno è ancora spacciato, ma un ko potrebbe risultare quasi fatale per il Den Haag.
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top