#SquadreNellOmbra - Il JVC Cuijk, il club che prende nome da un nobile cavaliere del 1200 e che portò 2.000 tifosi in trasferta ai quarti di Coppa d'Olanda


Pochi club in Olanda portano il nome di un eroe locale, che sia un aviatore della Seconda guerra mondiale o un nobile del Medioevo.
Oggi #SquadreNellOmbra vi porta alla scoperta del JVC Cuijk, squadra dell’omonima cittadina di Cuijk, localizzata nell’estrema propaggina a nord-ovest del Brabante Settentrionale, vicinissima al confine tedesco (distante pochi chilometri) e poco più a sud di Nimega, militante in Derde Divisie Zondag.

LA STORIA


A Cuijk un pallone iniziò a rotolare in un campo da calcio già dal 1912, quando due ragazzi, Nico van den Hoek e Leo Spierings, importarono questo nuovo sport di ritorno da un convitto di Nimega. Passarono gli anni e il 21 luglio 1919 venne fondata la prima squadra, appartenente chiamata “Cuijkse Voetbal Vereniging” (CVV), che venne sostituita il 1° aprile 1931 dal JVC ’31, acronimo che si riferisce ad una persona realmente esistita, Jan I van Cuijk.

Ma chi era? Conosciuto soltanto nel contesto locale, fu un nobile cavaliere e diplomatico olandese del Medioevo, nato e vissuto tra il 1230 ed il 1308. Signore di Cuijk dal 1254 alla sua morte, venne elogiato già al suo tempo per il coraggio e le sue abilità tattiche, strategiche e diplomatiche: partecipò a molte battaglie, tra cui quella di Worringen del 5 giugno 1288, decisiva nella guerra di successione al Ducato di Limburgo, al fianco delle truppe olandesi di Giovanni I di Brabante. Fu molto amato dalla gente del posto per aver messo a disposizione degli abitanti dei villaggi e degli agricoltori locali, poco prima della sua morte, nel 1308, 7.000 ettari di terreni incolti.

Dopo aver navigato per 50 anni nelle divisioni dilettantistiche più basse del panorama olandese, la svolta arrivò nel 1993, quando il JVC venne promosso in Eerste Klasse, a cui seguì quella del 1999 in Hoofdklasse, allora (e fino all’introduzione della Topklasse, nel 2010) la massima divisione dilettantistica olandese. Il 29 maggio 2000, intanto, i membri del club accettarono di cambiare il nome in JVC Cuijk, rimuovendo l’anno di nascita della squadra e sostituendolo con il nome della cittadina, il tutto ratificato nel pomeriggio del giorno successivo.
Un giorno storico per il JVC Cuijk fu domenica 20 maggio 2001, quando il club di Cuijk, al secondo anno in Hoofdklasse, si laureò a sorpresa campione del girone B della divisione domenicale (Zondag), al quale bastò un pareggio per 0-0 a Maastricht, in casa del Vinkenslag per arrivare matematicamente primo. 

Un’importante ristrutturazione dello stadio, lo “Sportpark De Groenendijkse Kampen”, venne realizzata giusto in tempo per l’inizio della stagione 2002/03, per ospitare la gara di Coppa d’Olanda (allora chiamata per motivi di sponsorizzazione Amstel Cup) contro il NEC Nijmegen che attirò allo stadio quasi 3.000 spettatori.
Nel 2010 il JVC Cuijk venne promosso in Topklasse, rimanendoci anche dopo il cambio di nome in Derde Divisie la scorsa estate. Belle soddisfazioni sono arrivate ancora dalla KNVB Beker: nel 2012 per la prima volta nella storia il club ha raggiunto il secondo turno della competizione, venendo eliminato davanti a 2.200 persone dalla squadra di Eredivisie dell’Heracles Almelo, che sbancò Cuijk con il minimo scarto (1-0).

Nella stagione 2013/14, sotto la sapiente guida di Hans Kraay jr. e Piet de Kruijf, invece, tolse di messo nei primi turni preliminari HHC Hardenberg, Barendrecht ed EVV (tutti club dilettantistici), arrivando ad eliminare clamorosamente negli ottavi di finale la compagine di Eerste Divisie del MVV Maastricht, nella fredda serata del 18 dicembre 2013, con il risultato di 2-0. Il sorteggio dei quarti di finale pose di fronte al piccolo JVC Cuijk il PEC Zwolle, club di Eredivisie, da affrontare in trasferta il 22 gennaio 2014. L’intera cittadina di Cuijk si mobilitò per andare a Zwolle: partirono qualcosa come 16 pullman a due piani, che consentirono un esodo di massa di ben 2.000 tifosi del JVC verso l’IJsseldelta Stadion: in una bellissima atmosfera di festa, purtroppo il club di Cuijk venne sconfitto per 5-1 dai padroni di casa, troppo forti per una piccola squadra di provincia, riuscendo comunque a siglare una rete, messa a segno da Kevin van Veen, un giovane talentuoso poi passato all’Oss e gli inglesi dello Scunthorpe United ed oggi in prestito fino a giugno al Cambuur.
22 gennaio 2014. Il grande esodo a Zwolle di 2.000 tifosi del JVC Cuijk per il quarto di finale di Coppa d'Olanda

LO STADIO

Il JVC Cuijk disputa le proprie partite casalinghe allo “Sportpark De Groenendijkse Kampen”, capace di ospitare 3.000 spettatori e situato nella zona settentrionale della cittadina di Cuijk, sulle rive del fiume Mosa, che segna il confine tra le province del Brabante Settentrionale e del Limburgo.






(Fonte foto: GettyImages.it, Amateurvelden.nl, Joachim Bomann su Flickr.com)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top