Guida all'Eredivisie 2017/18 - Groningen



IL LABORATORIO DI FABER TRA ADDI E NUOVI ARRIVATI

Sarà subito Derby van Het Noorden per il Groningen. Battesimo di fuoco, quindi, per la squadra allenata da Ernest Faber, che inizierà la stagione 2017/18 esordendo il prossimo weekend tra le mura amiche del Noordlease Stadion (il nuovo nome, per motivi di sponsorizzazioni, dell’Euroborg) contro i cugini dell’Heerenveen, in un derby del Nord che si preannuncia subito scoppiettante e imprevedibile. Sarà una squadra profondamente rinnovata quella biancoverde che si presenta ai nastri di partenza di questa edizione dell’Eredivisie, con tanti volti nuovi e tante cessioni effettuate nell’ultima sessione di mercato.

Hanno dato l’addio al Groningen il mediano Hedwiges Maduro (ceduto ai ciprioti dell’Omonia Nicosia), il terzino sinistro australiano Jason Davidson (ritornato dal prestito all’Huddersfield Town), Tom Hiariej (acquistato dagli australiani del Central Coast Mariners), il terzino destro statunitense Desevio Payne (accasatosi all’Excelsior), ma soprattutto il centrocampista centrale svedese Simon Tibbling (venduto ai danesi del Bröndby), la punta norvegese Alexander Sörloth (al Midtjylland) e la preziosa ala sinistra Bryan Linssen, che ha scelto la via del Vitesse per continuare la sua carriera. È proprio la cessione di Linssen ai gialloneri quella più “dolorosa” per i Trots van Het Noorden, che con il suo addio perdono un attaccante affidabile sul fronte offensivo e soprattutto prolifico, capace di trascinare da solo la squadra nelle partite che contano: lo testimoniano, d’altronde, i 10 gol messi a segno nella scorsa Eredivisie, secondo marcatore della squadra dietro a Mimoun Mahi.

Mimoun Mahi, uno dei talenti in casa Groningen.
E sarà proprio il talento marocchino Mahi, punta centrale classe ’94, autore di 17 reti nell’ultimo campionato, ad avere un posto da titolare nella stagione che sta per iniziare, al fianco di Lars Veldwijk, la punta di diamante del Groningen 2017/18. Acquisto più importante di questa sessione di calciomercato in casa Groningen, Veldwijk arriva a titolo definitivo dai belgi del Kortrijk (che l’avevano prestato per alcuni mesi ai norvegesi dell’Aalesunds), in cerca di riscatto dopo la deludente stagione in Jupiler Pro League, dove ha trovato appena 1 gol in 9 presenze in campionato. 

L’alto attaccante numero 9 non è, però, l’unico arrivo in casa biancoverde: dal Sol Levante è approdato in terra olandese il giovane e talentuoso centrocampista Ritsu Doan, in prestito dal Gamba Osaka, ma anche l’esperto portiere belga 35enne Kevin Begois dal PEC Zwolle, il difensore centrale (ma più probabilmente terzino destro a Groningen) Mike te Wierik dall’Heracles Almelo, l’inglese Todd Kane, in prestito dal Chelsea, che fungerà da rincalzo proprio nel ruolo di terzino destro, e il terzino sinistro Django Warmerdam, arrivato dall’Ajax.

Lars Veldwijk, l'attaccante del Groningen che avrà il compitodi non far rimpiangere la cessione di Linssen.
Tra difesa, centrocampo e attacco, sono quindi tante le novità del nuovo Groningen, ma per la squadra di Faber rimane lo stesso obiettivo degli ultimi anni: stiamo parlando, ovviamente, dei Play-Off per l’Europa League, che potrebbero riportare, con un po’ di impegno da parte degli uomini di punta e migliori finalizzatori della squadra, come Mahi e Veldwijk, nella seconda competizione europea che al Noordlease Stadion manca dalla stagione 2015/16, quando il cammino europeo si interruppe subito alla fase a gironi.

L'ALLENATORE: 
ERNEST FABER 
45 anni







LA FORMAZIONE


Il Groningen sarà anche nella stagione 2017/18 l’unica squadra dell’Eredivisie, insieme all’Utrecht di Ten Hag, ad adottare con stabilità il 4-4-2 come modulo di partenza. Confermato Padt tra i pali, la difesa sarà un mix di conferme e nuovi arrivati, con i due nuovi terzini, Te Wierik a destra e Warmerdam a sinistra, che si uniranno a Memisevic e Larsen. Nel centrocampo a 4 dei Trots van Het Noorden troveranno posto Jenssen, il giapponese Doan e Bacuna, mentre Drost è confermato sulla trequarti, davanti alle due punte Mahi e Veldwijk. Preziosi sostituti saranno il talento marocchino Idrissi, ala destra classe ’96, e Van Weert, esperto attaccante ex Excelsior, che farà rifiatare Veldwijk. 

OBIETTIVO: Play-Off per l'Europa League

LO STADIO: NOORDLEASE STADION


Il Noordlease Stadion, nuovo nome per motivi di sponsorizzazione dell’Euroborg, è il meraviglioso stadio del Groningen. Inaugurato il 13 gennaio 2006 dall’ex talento di casa Arjen Robben, può ospitare 22.550 spettatori ed è soprannominato De Groene Kathedraal (“La Cattedrale Verde” in olandese) per via del suo colore predominante. Ecosostenibile grazie ai pannelli solari sul tetto, le tre tribune sono intitolate a Piet Fransen, a Tonny van Leeuwen e ai Koeman, i giocatori più rappresentativi della lunga storia del club biancoverde.



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top