Eredivisie: i 10 punti salienti del 6° turno del campionato olandese

L'Eredivisie ci lascia, dopo il 6° turno, con tantissime sorprese soprattutto tra le big: Feyenoord e Ajax incappano in una sconfitta che permette al Breda di conquistare la seconda vittoria in campionato e al Vitesse di balzare al terzo posto in classifica. Il Psv ne rifila 7 all'Utrecht al secondo scivolone consecutivo, mentre il Roda chiude con un'altra disfatta: i gialloneri possono essere i veri pretendenti alla retrocessione in Eerste Divisie?

1. Il Feyenoord incappa in un'altra sconfitta, dopo quella ricevuta dal Psv. Al De Kuip, un eccellente Breda, strappa i 3 punti grazie anche alla partecipazione del portiere Jones, autore di un errore fatale nel 2-0. Van Bronckhorst perde la testa della classifica e scivola al 4° posto con 3 lunghezze di distanza dai Boren. Il NAC per la prima volta espugna lo stadio di Rotterdam e guadagna un successo importante per la permanenza in Eredivisie. 

  2. Il Psv, da formazione in crisi, si trasforma nella compagine più in forma del momento. Sono ben 7 i gol rifilati all'Utrecht che sprofonda davanti ai propri tifosi. La difesa è imbarazzante e anche l'arbitro ci mette del suo: inesistente il secondo rigore concesso agli ospiti. Mattatore della giornata è Locadia autore di un poker: la punta, insieme a Lozano, è una vera spina nel fianco del reparto arretrato di Ten Hag che non può far altro che accertare la goleada e concentrarsi per risolvere questi problemi tattici e di tenuta mentale. Cocu scavalca tutti e tocca il gradino più alto del podio in solitaria scacciando una crisi durata fin troppo. 

3. L'Ajax, come anche il Feyenoord, rimedia la seconda sconfitta, crollando all'Amsterdam Arena contro il Vitesse. Fraser, dopo l'eliminazione in KNVB Beker per mano di una formazione dilettantistica, si rifà andandosi ad imporre nella casa della più forte armata olandese. Nuovamente in gol il gioiellino Rashica lanciato da Matavz, autore di un assist vincente. La notizia maggiore è proprio l'assenza di una realizzazione della punta slovena, a secco dopo 6 centri consecutivi tra Eredivisie ed Europa League. Nuovamente in panchina Dolberg e Schone per Keizer che attua un assurdo turnover in assenza di competizioni internazionali.






4. Scivolone casalingo per l'AZ che non sfrutta l'occasione delle numerose sconfitte delle dirette concorrenti ad un posto in Europa. L'autrice della disfatta è l'Excelsior che va in rete con 2 rigori messi a segno da Bruins nei primi 8 minuti dell'incontro. Van den Brom dovrà rialzarsi immediatamente per non perdere ulteriore terreno e voltare pagina. Gli ospiti di Rotterdam balzano a quota 7 con il secondo successo in 6 partite e abbandonano momentaneamente la zona più calda della classifica. 

5. L'Heerenveen continua a sorprendere e si piazza al secondo posto dietro al Psv che ha un punto di vantaggio. Gli uomini di Streppel restano l'unica squadra imbattuta dell'Eredivisie e cercano di conquistare il titolo di outsider. Ottimo il gioco espresso contro il Willem che era passato anche in vantaggio con Lieftink. Schaars e Kobayashi ribaltano le sorti dell'incontro e fanno volare i frisoni in alta quota. Speriamo che l'altezza non porti con se vertigini e paure. 

6. Terzo pareggio consecutivo per il Venlo che, dopo la sconfitta con l'Ajax, non è riuscito più a vincere. La neopromossa dimostra di essere un avversario ostico per tutti i club giunti allo Stadion de Koel. A farne le spese, questa volta, è lo Zwolle di Schip che si deve arrendere al pari. Inutile la realizzazione di Ehizibue che illude gli ospiti nel primo tempo. Nella ripresa pareggio di Leemans che sale a quota 3 in classifica marcatori. 

  7. Crisi nerissima per il Roda che incappa nel 6° ko consecutivo. La compagine d Kerkrade continua ad avere tantissimi problemi difensivi con ben 16 gol subiti. L'attacco resta sterile con 5 centri soltanto: i problemi finanziari e societari sembrano riversarsi anche sui giocatori in campo sempre più solitari in fondo alla classifica. Il Roda si candida ad essere la prima formazione del campionato a centrare la retrocessione in Eerste Divisie. 

8. Solo un miraggio la vittoria della passata giornata per il Twente che torna a perdere sul campo del Groningen per 1-0. I Tukkers non riescono a trovare la giusta condizione e continuità portando a 5 il numero delle sconfitte. La difesa si comporta meglio rispetto alle ultime uscite, ma l'attacco soffre terribilmente la mancanza di Unal. Boere, grande mattatore in Eerste Divisie, non sembra convincere in Eredivisie dove ha difficoltà sempre maggiori nel gonfiare la rete. 

9. Terzo risultato utile consecutivo per l'Ado Den Haag che batte per 1-0 lo Sparta Rotterdam, diretta concorrente alla salvezza. La formazione di Groenendijk riesce a dare una svolta all'avvio pessimo di Eredivisie ed inizia ad raccimolare punti per la permanenza. In rete nuovamente El Khayati al terzo centro dopo la doppietta contro il Willem. Altra importante vittoria che contribuisce a dare fiducia ad un gruppo in netta crescita. 



10. Willem, Breda e Roda restano le peggiori difese in questo momento respettivamente con 14, 13 e 16 reti subite. Il peggior attacco è invece dello Sparta Rotterdam con soli 4 centri in 6 partite. Il Psv, oltre la vetta, si aggiundica il miglior attacco del momento con 17 reti realizzate grazie al 7-1 rifilato all'Utrecht. Subito dietro il Vitesse, unica vera rosa a poter spodestare, al momento, il reparto offensivo di Eindhoven.


Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top