Eredivisie: i 10 punti salienti del 12° turno del campionato olandese

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

La dodicesima giornata conferma il grande momento del PSV che consolida il primato pur  battendo lo Zwolle solo al 93'. L'Ajax cerca di non perdere ulteriore terreno e ne rifila ben 8 durante l'Avondje NAC, in serata a Breda. Scivola il Vitesse contro il Groningen mentre l'AZ non molla la società di Amsterdam e vola al secondo posto. Il Willem II riesce a pareggiare contro lo Sparta recuperando un doppio svantaggio e limitando i danni nello scontro diretto per la salvezza. Il Roda non migliora la sua condizione, restando in ultima posizione mentre l'Excelsior fallisce fuori casa, dopo un percorso sorprendente lontano dal proprio stadio. 

1. Il PSV si conferma più capolista che mai, strappando un pesante 1-0 sul campo dello Zwolle. La formazione di Cocu inanella l'ottava vittoria consecutiva raggiungendo l'undicesima in campionato per un totale di 33 punti. Inarrestabile l'andamento dei Boeren che riescono a scamparla anche all'IJsseldeltastadion, roccaforte della sorpresa dell'Eredivisie. Locadia e Lozano, in questa occasione, restano a secco di gol ma mantengono la testa della classifica marcatori con 9 centri. Il club di Eindhoven, con 38 centri, vanta ancora il miglior attacco del torneo con una media di 3,2 realizzazioni a match. 


2. L'Ajax si risveglia e rimedia allo scivolone contro l'Utrecht avvenuto prima della sosta per le nazionali: gli ajacidi calano un pesantissimo 8-0 al modesto Breda che non può nulla contro l'armata di Keizer. Dopo la prima frazione di gioco, la società della capitale era avanti già 5-0 con un Van de Beek in grande spolvero: il centrocampista ha messo a segno una tripletta salendo a quota 4 in campionato. L'erede di Klaassen continua a confermarsi a ottimi livelli e per lui si accendono le sirene di Roma e Milan, interessate al talento olandese. Bene anche De Ligt che si conferma in grande crescita con una pesante doppietta. Sesto centro anche per Neres, fondamentale per l'attacco dell'Ajax e 5° per Huntelaar che vanta anche 4 assist vincenti fin ora. Grande prova del centrocampo biancorosso con doppio assist sia per Schone che per Ziyech, con il marocchino al 7° suggerimento in 12 gare. 

3. Il Feyenoord si ferma sull'1-1 contro il Venlo per il terzo pareggio consecutivo e il quarto in 5 partite. Gli uomini di Van Bronckhorst non sanno più vincere e vedono il PSV volare alla distanza abissale di 14 lunghezze. Jorgensen, che ha ripreso la confidenza con la rete dopo il lungo stop, non basta per far esultare il suo tecnico, sempre meno al sicuro sulla panchina dei Rotterdammers. Se anche la dirigenza non ha voluto parlare di crisi, l'ultimo successo risale a 6 giornate fa, all'epoca del poker rifilato all'AZ: la panchina traballa pericolosamente e il titolo sembra definitivamente scivolato di mano ai campioni d'Olanda, condannati anche all'addio alla Champions. 


4. Sorprendente il cammino dell'AZ che riesce ad imporsi sul delicato campo del Roda. Il fanalino di coda rende la vita ostica agli uomini di Van den Brom che passano solo grazie alla realizzazione di Seuntjens all'82': il ragazzo era subentrato al 64' ad un impalpabile Van Overeem. Mossa azzeccatissima del tecnico che non abbandona il secondo posto, condiviso con l'Ajax. 5° risultato utile consecutivo e quarta vittoria di fila che permette ai biancorossi di tornare a sognare in grande per un posto nell'Europa che conta. 



5. Giornataccia per il Vitesse che esce sconfitto pesantemente dal campo del Groningen. Gli uomini di Faber tornano al successo dopo essere arrivati alla sosta con un andamento, quasi da retrocessione. Lo stop ha fatto bene ai padroni di casa che hanno recuperato per ben due volte lo svantaggio, per poi ribaltarlo largamente. Mahi, autore del momentaneo 3-2, centra il 6° gol stagionale confermandosi il miglior realizzatore della squadra. Bene anche Idrissi al terzo centro in Eredivisie: ora il Groningen abbandona le zone calde della classifica per rilanciarsi alla ricorsa dei playoff di Europa League. 


6. Resta altalenante il percorso del Vitesse che nelle ultime 5 gare ha totalizzato solamente 5 punti con 2 pareggi, 2 sconfitte e una sola vittoria. I gialloneri non riescono più ad imporre il loro gioco frizzante e veloce, ma soprattutto l'attacco non è incisivo come ad inizio stagione. Matavz torna alla rete, anche se solo su rigore, fissando il 7° gol e il secondo posto in classifica marcatori. 90 minuti da dimenticare per il difensore di proprietà del Chelsea Dabo, che si macchia di un'autorete colossale che permette al Groningen di tornare in partita. 16 le reti subite fin ora di cui 9 nelle ultime 5 uscite: un'involuzione pesantissima del reparto difensivo che deve ritrovare la solidità che ha permesso a Fraser di intaccare la leadership delle big nelle prime gare di Eredivisie. 


7. Cambia allenatore ma non il rendimento del Twente che trova il terzo ko consecutivo. Ad Enschede, l'Heerenveen, passa con un poker che non lascia spazio a fraintendimenti. Le reti subite dal club sono 23 in 12 gare con ben 14 racimolate negli ultimi 5 match. Un andamento terribile per il reparto che non sta dando possibilità di crescita alla squadra. Verbeek dovrà lavorare molto sui movimenti difensivi che sono il vero anello debole di questa formazione: la rosa incassa una media di 2 gol circa a gara e questo passo sta facendo avvicinare tremendamente l'Eerstedivisie. 



8. Il Roda si conferma stabilmente in fondo alla classifica e esce sconfitto anche dall'incontro con l'AZ. I gialloneri, travolti dai debiti, conducono anche una buona gara contro la società di Alkmaar, ma la sterilità offensiva li penalizza terribilmente. Solo 9 le reti fin qui realizzate con una media di 0.75 centri a match. La difesa, invece, incassa solo un gol in 90 minuti e questo è più di una sorpresa: come per il Twente sono 23 i gol incassati. Questi numeri giustificano pienamente i 7 punti totalizzati fin ora. 

9. Il PSV si conferma il miglior attacco del torneo con 38 centri, seguito a ruota dall'Ajax che, con l'8-0 al Breda, accorcia sensibilmente il gap salendo a quota 35. La palma di peggior difesa è proprio quella del NAC grazie alla goleada ajacide che fa sprofondare il club a 27 gol incassati. Ma questa posizione non è solo del Breda ma anche del Willem con lo stesso score dei rivali ma con un piazzamento in classifica migliore. Lo Zwolle abbandona il posto di miglior difesa del campionato a causa della rete di Isimat-Mirin siglata al 93': l'Ajax resta così l'unica società con il reparto arrestrato meno perforato. Sono solo 10 le volte in cui Andrè Onana ha raccolto la palla in fondo al sacco. I peggior attacco è momentaneamente quello del Roda con solo 9 centri all'attivo. 


10. Resta sulla cresta dell'onda l'Utrecht con Ten Hag che sembra aver ritrovato la sua creatura dispersa: 3-1 all'Excelsior che, fin ora, ha sempre disputato ottime partite fuori casa rispetto a quelle nel proprio stadio. I biancorossi calano un pesante tris che permette alla formazione di balzare a 20 punti in classifica. Dessers ritrova la via del gol: 5° centro che gli permette di raggiungere Labyad come miglior realizzatore della squadra. 3° risultato utile consecutivo, secondo successo di fila e terza vittoria in 5 gare per un totale di 10 punti con un pareggio e un ko annesso. Ten Hag si gode il momento e la rosea classifica. 





Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top