Eredivisie: tutti i punti più interessanti della terza giornata

La terza giornata è stata ricca di gol con ben tre formazioni che hanno calato il pokerissimo: le big non rallentano e si confermano in crescita. Prima vittoria per Ado den Haag e Groningen che abbandonano la parte bassa della classifica imponendosi contro due neopromosse. Sempre più in crisi lo Zwolle e mentre vola e stupisce il Willem II guidato da Sol e Avdijaj. 

1. Sono ben tre le compagini che hanno realizzato cinque reti in una partita: il Feyenoord si è imposto per 5-3 all'Abe Lenstra Stadion, l'Ajax per 5-0 contro il malcapitato Emmen ed infine il Willem II che liquida con un altro 5-0 l'Heracles. Grandissima prestazione dei Tricolores che volano a quota 6 in classifica restando nella scia delle grandi. Due vittorie consecutive e un solo gol al passivo che rende, questo inizio di stagione, uno dei migliori degli ultimi 10 anni. Volano gli ajacidi guidati da Huntelaar, Tadic e Ziyech per un Ten Hag che sembra aver trovato il giusto assetto offensivo: la quinta realizzazione è un'autorete e quindi anche la fortuna sorrire ai padroni della Johan Cruijff Arena. Infine, Van Bronckhorst continua il suo percorso di rinascita dopo il ko all'esordio: qualche brivido di troppo contro l'Heerenveen che riapre la partita rimontando da 4-0 a 4-3. In pieno recupero chiude i conti Ayoub dopo una doppietta di Toornstra e le reti del solito Van Persie e della sorpresa Malacia. 


2. Capitolo difese: in alto in classifica restano ad una sola realizzazione subita sia Ajax che AZ Alkmaar seguiti a ruota dall'incredibile Willem II. Le compagini in questione stanno proponendo un calcio improntato all'attacco che porta ad un gran numero di marcature: il reparto arretrato subisce poco, ma riesce ad arginare bene l'impeto nemico. Al momento queste 3 difese sono le migliori dell'Eredivisie. All'opposto troviamo la neopromossa Emmen che dopo aver incassato 4 reti dall'AZ ne prende 5 anche dall'Ajax. I ragazzi di Lukkien peccano di poca conoscenza della massima divisione, restano troppo alti e poco attenti. Ogni errore viene punito pesantemente e queste due gare hanno portato la bellezza di 9 reti, insieme a quella dell'Ado den Haag all'esordio si sale a 10. Peggior reparto arretrato caduta a picco verso la zona retrocessione. 


3. Sorprendente la classifica cannonieri che vede piombare in testa Sol insieme a Peterson dell'Heracles. Lo spagnolo del Willem II, grazie alla bellissima tripletta proprio contro i bianconeri, raggiunge il rivale in vetta, seguito dal suo compagno di reparto Avdijaj, subito dietro a quota 2. Insieme al duo Sol-Peterson arriva anche Thorsby, il centrocampista norvegese dell'Heerenveen che cerca di riaprire il difficile match contro il Feyenoord. Realizzazione che gli consente di mettere un piede sul gradino più alto del podio. Giornata importante anche per Luuk de Jong che permette al Psv di vincere contro lo Zwolle e di volare a quota 2 nella lotta come miglior cannoniere del campionato. Entrano a far parte del secondo gradino anche Tadic, Huntelaar, Toornstra ed El Khayati. Sol si è svegliato e tenterà la fuga già nelle prossime giornate: Tadic, Huntelaar e Van Persie non lasceranno campo libero al giovane spagnolo dei Tricolores. 


4. Prima vittoria nel torneo per Groningen e Ado den Haag che abbandonano quota 0 e, di conseguenza, l'ultima posizione della classifica. I ragazzi de L'Aia si impongono per per 3-1 contro il Sittard facendo valere la maggior esperienza. Groenendijk ritrova la compagine dello scorso anno, anche se il Fortuna ci mette del suo nel non riuscere mai ad impensierire seriamente l'avversario. Stesso discorso per il Groningen vincente sul campo del Graafschap: la società neopromossa si rende un nemico ostico e coriaceo che viene abbattuto solo al 44' con una conclusione di Breij. Primo successo per cambiare rotta ed iniziare la risalita. Non segue l'esempio il fanalino di coda dello Zwolle che si deve arrendere alla capolista: il Psv passa solo nel finale grazie alla rete decisiva di De Jong, autore di una doppietta. Peccato per Schip che vede la sua formazione chiudere l'Eredivisie come ultima forza.


5. Resta da solo e a punteggio pieno il Psv: Van Bommel continua a sorprendere ripercorrendo le stesse orme lasciate da Cocu. In una match dove Lozano e Bergwijn non pungono, ci pensa De Jong a risolvere i giochi e a far volare i Boeren: altro 2-1 consecutivo con il tecnico che si salva nuovamente con una rete in più dell'avversario. Rallenta l'AZ che, dopo un poker e un pokerissimo, chiude per 0-0 contro il Vitesse. Nel match dal quale si prospettavano più gol, giunge un risultato povero di emozioni che ridimensiona entrambi i club. Manca un vero e proprio anti-Psv, ma il ritrovato Ajax di Ten Hag può puntare seriamente ad aggiudicarsi il titolo, strappandolo dalla città di Eindhoven.



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top